Servizi
Contatti

Eventi


Ode al mare

Era una notte calma, accigliata,
le onde trattenevano il respiro,
unica distesa di silenzio era
tutta la baia senza luna.
Ferme nel cielo all’orizzonte
campeggiavano nuvole estive
quasi lente forme prosaiche
emergevano dall’acqua scura;
i pallidi muscoli che le traevano
erano diafani come l’alabastro.
Una calma sottile avvolgeva
ogni cosa e una brezza leggera
giungeva vanesia a spifferare
i piccoli segreti della terra.

Raccontava del mio isolamento
confuso dal guizzare di minuscoli
pesci argentati, che tra gli scogli,
in mille rivoli, scorrevano confusi
allo sbieco arrancare dei paguri.

Su bassi e agevoli scogli attendo
l’alba, che ai miei orecchi porterà
un suono simile al tenero aleggiare
spensierato di invisibili insetti laboriosi.

Pochi spuntoni di roccia tagliente
attendono la quotidiana lotta col
mare che monta e spinge l’onde
verso l’approdo: il sole senza sosta
batte la fresca superficie e la baia
tutta, è un’unica distesa di fulgore.

Le onde si incontravano al largo
e in agitata forma di verdi rulli
avanti scivolavano a fior d’acqua.
Inoltrati nel mare per buon tratto
i bassi scogli resisteano ai frangenti
lanciando alti spruzzi in aria,
simili a bianche mani tese a
chiedere al cielo un provvido aiuto.
Parean sogni, che rotti gli ormeggi
si tuffino con liquida speranza
nella profonda abbondanza delle acque.
I flutti ingrandiscono e alla spiaggia
si avvicinano pronti a colpire l’aguzza
lama degli scogli in silenziosa attesa.
All’improvviso cozzano la roccia
alzando un bianco zampillo di gocce.
Schiuma il corpo del maroso, rotola
e insegue la sua cresta mozza che
riflette l’azzurro impavido del cielo.
Nel rapido istante dell’attacco le rocce,
corrose o levigate, nella candida
spuma si nascondono per riemergere
a poco a poco fra i residui dell’onda.
Senza rallentar la corsa, il cavallone,
lascia indietro i macigni e in un baleno
fila verso la spiaggia… accelerando
il suo rincorrere infinito.

Gianni Calamassi - settembre 2007
Pubblicata su “Discordanze intermittenti” © diritti riservati

Materiale
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza