Servizi
Contatti

Eventi


Senz’alfabeto

Stimolante la presentazione di " Senz'alfabeto" a Palazzo Medici Riccardi, stimolante soprattutto il libro che, dopo aver letto gustando le sorprese verbali, i tuffi lessicali, i voli, gli attriti e le ustioni di immagini e ritmi, mi ha permesso di immaginare un filo di Ari-Anna, teso a stendere parole ad asciugare al sole. Sì, perché gocciavano dal parto appena consumato e felicemente concluso. Un parto sognato. E nel sogno, pensato.

Lì dentro l'alfabeto ti ronzava intorno, il suo insistere infastidito a colpi di penna o di tastiera : inutile cacciarlo via...
Così hai deciso : il MOSTRO! Solo il MOSTRO legato al sedile in fondo al vocabo-rinto poteva liberarti. Col suo fiato di fuoco avrebbe bruciato la logora insistenza di quei mosconi-lettera.
Così è stato. Tu, finalmente libera di assumere " radiose ... particole d'aurora " e d'ingravidarti di parole-vertigine, gonfie d'un sorprendente lievito nuovo.
Il tuo incipit alla presentazione, insieme all'analisi critica di Macchia, Baldassarre e del magico Panella, sono stati esaustivi e ricchi di suggestioni. Non mi sento di competere con essi. Ti bastino i pochi guizzi di immagini che ti consegno, ammirata della fucina ardente e ardita di questo tuo ultimo, complesso lavoro di poesia.

 

Recensione
Literary 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza