Servizi
Contatti

Eventi



Carmelo Ciccia

La brutta estate del ’43
e antologia di Storie paesane

con note e commenti

1a edizione - 2004 • C.R.E.S. Centro di Ricerca Economica e Scientifica, Catania
2a edizione riveduta - 2009 • Literary.it

© Tutti i diritti riservati all’autore

Indice

  • Presentazione
     
  • Opere di riferimento citate in questo libro

La brutta estate del ’43

  • La brutta estate del ’43 [1993]

Antologia di Storie paesane

  • Una tragedia [1951]
  • La mano del morto [1955]
  • Incartatrici [1956]
  • Barbarella la tedesca [1959]
  • Notte dei Morti [1959] Mauro [1960]
  • Il principe [1960]
  • Poveri Santi [1960]
  • Fine di una festa [1962]
  • La scoperta di Sputaveleno [1967]
  • Due pubblici ufficiali [1967]
  • Passato remoto [1968]
  • Un caso strano [1968]
  • Una mattina di febbraio [1972]
  • La salvezza della regina [1973]
  • Il nuovo barbiere… un barbiere vecchio [1973]
  • Caccia al titolo [1976]
  • Pasticcio [1976]
  • Scherzi di Carnevale [1976]
  • Croce [1977]
  • Santo, ricco e fortunato [1977]
  • La campagna elettorale [1977]
  • Nonno Albero [1977]
  • La fortuna di mastro Gregorio [1980]
  • Il fessacchiotto [1980]
  • Sabato Santo alla Piana [1982]
  • Doctor Infaustus [1982]
  • La morte del patriarca [1983]
  • Il santo assessore [1985]
  • Sant’Angelo [1986]
  • Storie di animali [1988]
  • Quasi una favola [1988]
Indice e presentazione

La brutta estate del '43

Antologia di Storie paesane


Presentazione

Giancosimo Rizzo

Dopo Caronda, l’antico legislatore catanese (2001), Profili di letterati siciliani dei secoli XVIII-XX (2002) e I cognomi di Paternò (2004), Carmelo Ciccia ci affida la pubblicazione di una serie di racconti, scritti in periodi diversi e di cui alcuni hanno partecipato ad importanti competizioni letterarie, conquistando riconoscimenti e vertici di classifiche. Questi racconti, già contenuti in una antologia destinata alle scuole (edizioni 1976-1977), sono stati adesso ampliati con l’aggiunta di altre storie inedite.

Tra l’altro, nell’opera l’autore svolge nel medesimo tempo l’insolito ruolo di narratore e di commentatore.

Così, adesso, viene alla luce per le Edizioni C.R.E.S. il nuovo volume La brutta estate del ’43 e antologia di Storie paesane, che ci offre il destro di apprezzare una nuova (per noi) dote di Carmelo Ciccia, narratore divertente e sapido di siparietti per lo più ambientati nei paesi dell’entroterra siciliano che riecheggiano con notevole intensità icastica le cadenze della narrativa del Capuana e del Verga, senza contare qualche pirandelliana fuga al di là ed al di sopra del reale, come avviene nel racconto “ La mano del morto”.

Possiamo, quindi, gustare un assortimento di storie paesane, immaginarie ma per lo più verosimili, in cui l’attenzione per la vicenda esteriore in sé si sposta sull’analisi, ora drammatica ora umoristica, degli ambienti e dei personaggi, arricchendosi talvolta di propositi storico-sociali, con tratti autobiografici.

Toccante l’incipit della raccolta, La brutta estate del ‘43, che attinge nei ricordi del Ciccia bambino, il quale vive con la famiglia il cruento dramma della seconda guerra mondiale, nel cui ordito viene anticipato il rigoroso metodo di vita che presumiamo di attribuire al narratore: “….Io piantai sul tronco il calendario che avevo portato.” E il tronco era quello di un ulivo secolare, all’ombra del quale la famiglia aveva trovato rifugio.

Proseguendo nella lettura, notiamo che le storie legate al terribile conflitto – come Una tragedia e Barbarella – si diradano; gli scenari d’un tratto cambiano e vengono proposte ordinarie e gustosissime storie strapaesane, ricche di accenti che suscitano sorriso e umana comprensione, con conclusioni chiaramente rivolte all’intento formativo.

Certamente nelle Storie paesane si rivela l’aspetto nuovo di Ciccia scrittore, facendo emergere – oltre a quelle conosciute – le doti di fine umorista, che sa sottolineare benevolmente gli aspetti contraddittori nella grandezza o nella meschinità dell’animo umano, permeato da un sentimento di divertita tolleranza e lungi dall’essere sfiorato da spirito manicheo.

Conclude la serie delle narrazioni “Quasi una favola”, racconto autobiografico, che riprende in breve il filo narrativo de “La brutta estate del ’43”, in cui lo scrittore vuole dimostrare ai giovani che le difficoltà del confronto con la vita e con la società (anche per chi parte da una condizione di grande povertà) possono essere superate con la forza d’animo e con l’impegno operante.

° ° °

Opere di riferimento citate in questo libro

Volumi originali contenenti le storie di C. Ciccia

Storie paesane, Club Autori-Editori, Pordenone, 1976, pp. 128 (4° classificato al premio “Città di Roma” nel 1977).
Storie paesane e altre novelle con illustrazioni a colori di Còrbos, Club Autori-Editori, Pordenone, 1977, pp. 288 (Premio h.c.“Martin Luther King” di Civitavecchia nel 1978; “Premio della cultura” della Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 1982).

Traduzioni all’estero

In inglese:
Stories of Sicily, trad. Alfred Alexander, Elek, London, 1975, pp. 136-140.

In neo- greco:
56 Mikrà dieghémata apò tèn pancósmia logotechnía, trad. Eirena Ioannidu-Adamidu, Estía, Atene, 1976, pp. 136-138.

In francese:
Petites histoires siciliennes, trad. Solange de Bressieux, préf. Hubert Gravereaux, Barré-Dayez, Paris, 1977, pp. 100 (Prix “France-Italie” della Biennale Azuréenne di Cannes nel 1978).

Antologie scolastiche in cui sono incluse storie di C. Ciccia

• C. Sambugar, Scuola aperta, antologia interdisciplinare per la scuola media, La Nuova Italia, Firenze, vol. 2°, 1980, pagg. 604-607.
• Delia Brozzi / Alceo Selvi / Maria Roberti / Gianpino Perrupato, L’albero delle storie, classe quarta, corso di letture per la scuola elementare diretto da Zoltan P. Dienis, Giunti Marzocco, Firenze, 1984, pag. 141.
• Giacomo Spadafora e Giuseppina Buscemi, L’occasione interdisciplinare, antologia italiana per la scuola media, Palumbo, Palermo, 1986, vol. 2°, pagg. 286-289.
• M. Chiara-L. Zanchi, Progetto lingua italiana, letture attive per la scuola elementare a cura di Luigi Calonghi, classe 4^, Istituto Geografico De Agostini, Novara, 1989, pag. 96.
• G. D’Ambrosio / G. Moschetti / R.Mazzeo / E.Leonardi, Nuova introduzione alla realtà, antologia per la scuola media, La scuola, Brescia, 1992, vol. 2° L’amicizia, pagg. 143-146 e 775.
Mauro Pichiassi e Giovanna Zaganelli, Contesti italiani / materiali per la didattica dell'italiano L2 / viaggio nell'italiano contemporaneo attraverso i testi, Guerra, Perugia, 1992, pagg. 115-120.
• AA.VV., 20 Racconti ed altro, a cura di Mimmo Chisari e Alfio Ciccia (narrativa per la scuola media), Tringale, Catania, 1992.
• Mimmo Chisari-Alfio Ciccia, Dei nostri giorni / Racconti dell’Italia di oggi, Greco, Catania, 1997 (narrativa per la scuola media).

Altre antologie in cui sono incluse storie di C. Ciccia

Traguardi di letteratura ed arte - 1 - Agenda Lo Faro 1983, Vincenzo Lo Faro Editore, Roma, pagg. 116-118.
Racconti d’Italia, Ediclub, Latina, 1998.
Globus, Universum, Trento, 2000, pagg. 44-50.
Il buon samaritano, antologia a cura di Ambrogio Vismara, Biblioteca, Cuggiono, 2000, pagg. 52-56.

Materiale
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza