Servizi
Contatti

Eventi


A dire poco mastodontico il volume di Chiellino dove vi è raccolta tutta la produzione poetica da Galateo per enigmi fino a Tela di parole, periodo compreso dal 1988 al 2007. Un autore fecondo, multiplo, resistente alle avanguardie; questa poesia “ragionativa” duttile e fresca si è amalgamata durante gli anni divenendo un corpo solo, c’è tutta la sostanza di un uomo coriaceo eppure tanto vulnerabile. L’accensione delle immagini implementano un universo di codici e di meditazioni esistenziali.

Chiellino non corteggia estetismi sensitivi, scatole chiuse, dentro il suo mondo si addensano le emozioni, gli “strappi”, i furori e i perché della vita.

Un poeta lasciato al libero arbitrio e coltivato in un area sua, senza prestiti e derivazioni di campi semantici; il suo imperversare è lucido, strutturato, cangiante: egli è poeta da solo, senza gli “arrangiamenti” di critici che usano il parossismo per magnificare i propri coiti cerebrali. Noi abbiamo creduto subito in Chiellino e gli abbiamo aperto spazio nella nostra libera palestra de I fiori del male dove non si lasciano oboli o abbonamenti.

Questo autore libero dalle prigioni o dalle camicie di forza, ora ci giunge intero nella sua summa poetica pronto ad essere accolto dai posteri nella storia della poesia del ventunesimo secolo.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza