Servizi
Contatti

Eventi


La silloge di Franca Olivo Fusco, Di tanto in tanto, è composta di poesie brevi, nelle quali emerge la capacità della poetessa di racchiudere in pochi versi molteplici sfaccettature del suo modo di guardare il mondo e di sentire la poesia, l’amore, la vita.

In alcune composizioni confida al lettore tutta la sua passione e il suo interesse per la poesia; in altre gli parla dell’amore e, della propria convinzione, che quello vero “non invecchia” con il passare degli anni, e, inoltre, vi ribadisce anche la forza del suo amore per il compagno con queste parole: “Fra vent’anni | se Dio vorrà | saremo vecchi ormai | ma innamorati cronici...” (p. 9).

Poesia e amore sono due universi che, nell’autrice, si incontrano esaltandosi a vicenda e talvolta compenetrandosi. Da essi il suo complesso mondo interiore trae energia per esternare pensieri ed emozioni non solo su tematiche di interesse generale ma anche su piccoli gesti compiuti quotidianamente: “Ogni giorno | la poesia | la leggo | la cerco | la scopro | la vivo” (p. 6); “Mi sono innamorata | dell’amore | sempre [...] e tra due amori | ho scelto sempre | il più grande” (p. 33).

E, anche se, è consapevole che “il mondo non è poesia” (p. 25), per lei, proprio la scrittura in versi diventa lo strumento attraverso il quale parlare: della guerra, della libertà o della precarietà della vita umana; dell’indifferenza verso i senza tetto o dell’uso della tortura “per umiliare”, “per far parlare | senza ammazzare | sino ad ammazzare” (p. 41); della donna di oggi o semplicemente della natura.

Nella maniera di scrivere di Franca Olivo Fusco non si rilevano artifici stilistici, e, l’uso di un linguaggio limpido, lineare, permette a chi legge di cogliere con immediatezza le sfumature del suo sentire. Diversi componimenti – uno dei quali, Di tanto in tanto, è trascritto in copertina e il suo titolo diventa anche quello della raccolta –, sono accompagnati da citazioni tratte da poesie di autori di varie nazionalità e vissuti in periodi differenti (Thomas Stearns Eliot, Wislawa Szymborska, Mario Luzi, Dante Alighieri...). Il contenuto delle citazioni, scelte con acume, richiama quello dei testi che accompagnano e contribuiscono a rendere ancora più pregnante e chiarificante il loro significato.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza