Servizi
Contatti

Eventi


Le liriche presentate da Gianfranco Proietti nella raccolta Parole con il BACIO, come si può evincere anche dal titolo, portano avanti un discorso poetico monotematico. La parola “bacio” (o il verbo corrispondente) è presente in tutte le composizioni, anche nei frammenti formati da pochissimi versi, diventando il soggetto principale al quale esse si ispirano.

Il poeta descrive al lettore, mediante il consapevole uso di un linguaggio semplice e di un ritmo, ora disteso, ora accorato, una molteplice varietà di stati emozionali legati all’atto del baciare: passione, desiderio, affetto, tenerezza... A volte, però, un bacio può anche mascherare un tradimento, come denuncia il frammento, bello e intenso, che chiude la raccolta: “Quando Giuda | Tradì Gesù, | Un Bacio | Per la prima volta, | Si coprì di vergogna” (p. 76).

Alcune poesie sono cariche di una forte sensualità o esprimono l’ansia della ricerca e dell’attesa di riceverne almeno uno, altre, venate di ironia o di arguzia sprigionano una ventata di freschezza e fanno affiorare un leggero sorriso sulle labbra di chi ne sa cogliere le sottigliezze, altre ancora si pongono come enunciazioni di semplici verità: “L’AMORE | S’è addormentato | Quando lo baci | Sbadigliando” (p. 12).

E’ da notare come il poeta ha saputo trasportare in poesia numerose sfaccettature legate ad uno dei gesti più antichi e più spontanei che compie l’uomo per esprimere i propri sentimenti verso un altro individuo. Un gesto già decantato, nel corso dei secoli, da molti grandi poeti come ha sottolineato anche Donato Di Stasi nella prefazione: “...Ai mille baci catulliani, ai baci trepidi danteschi del V dell’Inferno, ai baci mancati di Petrarca, ai baci lussuriosi di Aretino, ai baci libertini di Casanova, ai baci neostilnovisti di Montale, si succedono i megabaci dei nostri tempi ferocemente buonisti...”. Ma per Gianfranco Proietti il bacio non è solo sublime espressione dell’amore tra due innamorati o amanti è anche il gesto che può riuscire a stemperare le incomprensioni e ad avvicinare le persone.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza