Servizi
Contatti

Eventi


Un altro capitolo della saga dedicata ad Alain De Soissons e alla moglie Juliette De Sade, ormai divenuti coppia collaudata e uniti da un solido e lungo matrimonio. Della serie dedicata ai due personaggi storici della restaurazione francese realmente esistiti ma romanzati da Cristina Contilli ho già parlato nelle recensioni precedenti.

Interessante in particolare, in questo capitolo della saga, la figura di Joséphine, che dà il titolo al volume: si tratta di Joséphine Surcouf, che ha rinunciato alle grazie femminili per comandare una nave con la quale, oltre al trasporto lecito, si dedica al contrabbando. Figura dal carattere deciso e indipendente, si aggiunge al già ricco campionario di donne volitive ritratte dalla Contilli.

Anobii.com

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza