Servizi
Contatti

Eventi


Tutto per l'automobile

in: Umberto Cecchi
Un prato pieno di libri, 1972

La città ha un nuovo scrittore: si chiama Walter Nesti e ha esordito con un’opera prima, dal titolo suggestivo: Un’automobile lunga sei metri, edito dalla casa editrice “Tuscia”, lire 2000.

Il volume è nato grazie alla costituzione di una società autogestita; il lavoro è quindi interessante per due motivi; primo perché amplia la rosa degli scrittori pratesi (una rosa piuttosto limitata) e secondo perché introduce il discorso dell’autogestione nel difficile mondo dell’editoria. Cerca cioè di creare le condizioni per arrivare a un gruppo di autori-scrittori-critici che possano giungere fino alla edizione del volume.

Un’automobile lunga sei metri ha una serie di spunti interessanti; narra – e in certi aspetti ci sentiamo qualcosa di autobiografico – la vicenda di un giovane emigrato in Belgio. La sua mèta è limitata al matrimonio: a casa ha una fidanzata che dovrebbe aspettare il suo ritorno e i soldi per il matrimonio. Ma a un tratto la ragazza lo pianta per il segretario comunale. Nella mente del giovane viene a crearsi una specie di trauma; è convinto che lei lo abbia lasciato perché l’altro ha la “seicento”. Da quel momento in poi si darà da fare per “avere la macchina”. Costi quello che costi. E il prezzo da pagare a volte è troppo alto, tanto alto che alla fine il protagonista è costretto a pagarlo con la galera.

Ma se questa è la storia, narrata velocemente, nell’opera di Nesti si trovano personaggi, cose, fatti, di indubbio interesse; un racconto lungo, che secondo noi, con appena un po’ più di impegno da parte dell’autore, sarebbe potuto diventare un buon romanzo. Specialmente se Nesti si fosse soffermato con maggior attenzione a descriverci la cornice nella quale vivono gli immigrati, a parlarci di certi personaggi (come il muratore scrittore) che sono invece appena sfumati pur essendo interessantissimi e pieni di significati indiscutibili.

Nesti ha la stoffa per fare di più; nella sua Automobile ci sono spunti e situazioni degni di nota; un’opera prima, insomma, che fa intravedere molte possibilità:

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza