Servizi
Contatti

Eventi


«Amare la Patria significa custodirne i sacri valori, specialmente l'unità e la libertà. Servire la Patria non significa esclusivamente indossare il grigioverde e portare lo schioppo sulle spalle, significa soprattutto compiere il proprio dovere, sempre e dovunque, da figli e da genitori, da alunni e da insegnanti, da lavoratori e da datori di lavoro, da amministrati e da amministratori». Questo un passaggio dell'orazione ufficiale tenuta ad Auronzo di Cadore il 27-3-1961 in occasione della commemorazione del primo centenario dell'Unità d'Italia dal giovane Carmelo Ciccia, che ha ora pubblicato per i tipi della Libraria Padovana Gli scrittori che hanno unito l'Italia. Sintetica rivisitazione della letteratura italiana nel 150°dell'Unità (1861-2011).

Prendendo le mosse dalle parole di Alessandro Manzoni «Non fia loco ove sorgan barriere tra l'Italia e l'Italia, mai più», Ciccia presenta scrittori con le loro opere hanno «prefigurato, propiziato e sostenuto l'unità d'Italia».

La rassegna va dalla scuola poetica siciliana, che per prima si pose il problema dell'unicità della lingua letteraria italiana, fino al Novecento, con il fervido periodo della Resistenza. Particolare risalto viene dato agli scrittori del Risorgimento. L'autore sostiene la necessità della difesa della lingua italiana perché è «la prima espressione dell'identità nazionale, lingua che ha saputo produrre opere letterarie ammirate in tutto il mondo».

28 gennaio 2011 - edizione di Padova

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza