Servizi
Contatti

Eventi


Pâris Prassède

Quanto è bravo Giancarlo Micheli!

La sua scrittura è una trivella di carotaggio capace di attraversare il mondo da parte a parte ritrovando i sedimenti più scomparsi della lingua italiana (di ciò che si può fare con la lingua italiana), i pensieri pensati coi corpi delle masse, delle donne, degli schiavi, dei coscritti, le lapidi dei poeti europei dimenticati o mai saputi ascoltare.... e altre cose ancora.

Inaccessibile autore (a me per primo), quasi impossibile da leggere a meno di accettare di nuotare in un mare denso e caldo come una purea di patate. Ammetto che per portare avanti un suo libro devo leggere ogni pagina come se da sola fosse un romanzo compiuto e già infinitamente grande. E come gli bestemmio contro di non aver riguardo per i miei tempi di lettura e di assimilazione di ciò che leggo... e quanto questa sia solo una scusa per giustificare la banalità del mio presente.

Quando lo incontro per strada mi piace pensare che ho incontrato il mio Godard a chilometro zero.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza