Servizi
Contatti

Eventi


Il nano di Velązquez di Rossano Onano č un'opera di originale tessitura che non segue i solchi tradizionali del sentimento deteriore o dei luoghi comuni di numerosa poesia che leggiamo quotidianamente ma si espande in temi di una realtą a volte cruda come in esergo afferma Ballard "si devono ben tenere presenti i meriti delle perversioni sessuali".

Onano con la professionalitą e la capacitą di scandagliare nella psiche umana si serve del bisturi della parola che usa con attenta maestria nella rappresentazione di situazioni abnormi che nondimeno offrono una pittura di una realtą al limite in cui l'essere umano vive e opera.

Questa poesia-prosa con la sua affabulazione serrata, veri fleurs du mal, con la "rara capacitą di inventare, creare, stravolgere, senza mai perdere il filo del discorso di fondo" come la Ventura sottolinea nella illuminante prefazione, getta lo sguardo su un mondo tortuoso, opaco di un'etica che travolge costumi e tradizioni.

Il libro č formato da tanti medaglioni, incisioni che tracciano squarci di esistenze con la figura dominante della donna-femmina, magna mater, possente e cannibale, che domina incontrastata e sovrasta il povero uomo abbagliato da "poppe devastatrici, dolorose, saporose".

Si coglie dalla lettura dei versi su uno sfondo etico-filosofico, a volte con un tocco d'ironia a volte con un logos incisivo e penetrante uno spaccato di vissuto dell'uomo nel nostro tempo e la fotografia di una societą alla ricerca della voluptas. E' la persona che si fa storia vera con tutti i mezzi espressivi e con la concretezza pur dolorosa e caustica di una espressione lontana dall'Archeologia ripetitiva di versificatori. "Noi siamo le tartarughe piccine | appena sorte da un guscio nella sabbia | programmata per una fuga nel mare | contese da falchi rapaci sulla spiaggia".

I versi che si dipanano tra realismo e metafora rischiarano in modo esemplare e oggettivo in una visione drammatica l'essere umano in strenua lotta tra il bene e il male alla continua ricerca di un approdo sicuro (Francesco Dell 'Apa).

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza