Servizi
Contatti

Eventi


Tra le ultimissime plaquette della raccolta Delphinus-nuova serie il titolo qui proposto, recante il numero 29, Giorni d'Università, per Giuseppe Mazzarino rappresenta la sua seconda pubblicazione, che di fatto si aggiunge a Trapassato remoto, a suo tempo da me recensita. Se l'ultima opera ora citata costituiva una raccolta di poesie liceali, la nuova silloge, ora in disamina, si fa portavoce delle sensazioni e delle emozioni del periodo immediatamente successivo, ovverosia quello universitario. Componimenti ripescati in una lontana memoria. Come precisa il titolo del librettino, il rapporto temporale è di oltre un trentennio fa. Poesie del passato, dunque, d'un passato remoto.

Repertorio in prevalenza dedicatorio, aperto in primis agli affetti relativi alle persone più vicine. Altresì, la dedica non scorda gli opportuni, poetici elementi della natura, che come sempre sa regalare ulteriore consistenza alla poesia. "L'autunno rivisitato (quasi un poemetto)", alle pagine 14-16, articolato in sette (quasi) canti (tanto per attenerci alla cauta definizione di G. Mazzarino) è un delicato bozzetto dal sapore eloquentemente autunnale.

Originale è "Lettera dalla Magna Grecia, alle pagine 17 e 18. Può essere intesa come un'ironica controdedica nei confronti degli immigrati che quotidianamente, letteralmente, invadono le coste della nostra Penisola o delle relative isole. Componimento atto a dissiparne ogni intento d'infiltrazione abusiva. Non privo tuttavia della dovuta vena poetica ed umanitaria.

In "Taranto vecchia" un lambiccato classicismo, secondo un'interessante reinterpretazione, esprime, massimamente nei versi finali, un'esplosione-implosione, nel senso d'un'improvvisa performance circa la presa di coscienza d'un quid, genericamente intuibile anche nella precedente silloge, d'un esistenzialismo a dir poco spietato. Esattamente laddove il poeta cita la sua gente che «non combatte per vivere: | lotta per vivere», a pagina 20.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza