Servizi
Contatti

Eventi


Eratoterapia

Intitolata alla musa della poesia e del canto, questa raccolta celebra in ogni declinazione l’arte del versificare, partendo da due assunti.

In risposta all’implicita domanda: cos’è la poesia? l’autore risponde in due versi: ciò che “prende il posto / dei sogni”, e “ammasso d’argilla”, da plasmare con “forma” e “colore”. Da un lato, quindi, si tende a determinare nella realtà una dimensione ulteriore, non vincolata ai principi dell’immanenza. Dall’altro si richiama la natura materica della poesia, la sua provenienza verbo-argillosa, tale da poter essere plasmata a proprio gradimento.

Che si tratti di squarci spazio-tempo, come in “Il sentiero Garibaldi”, in cui una finestra temporale apre alla presenza dell’eroe dei due mondi che suona l’armonica presso Marradi, seguito da bambini vocianti; o testi dallo spiccato gusto ermetico, come in “La parrucca”: “Il leone ruggisce / dalla maglietta bianca, / sopra le parole: “Per me / tutto è possibile”. / Le leonesse intorno, / lo sguardo stupito. / Sulla criniera bianca / una folta parrucca bionda.” Che si tratti di tenui versi dedicati all’amore: “I miei passi pesanti / seguono i tuoi leggeri / nella neve, sul sentiero / che sale alla vetta / nella mattina di sole / e di solitario silenzio.”; o visioni, come nelle immagini di una fila di giovani che circonda Firenze, a cui si uniscono fauni e ninfe, o gli amici di tempi lontani invitati ad una tavola che gira intorno sino a sollevarsi verso il cielo notturno.

Mosi non pone limiti all’oggetto della sua ispirazione, interpretando la voce del poeta come uno strumento di riconnotazione e sintesi di dati reali (luoghi, presenze, eventi) e allegoriche riconfigurazioni. Fedele ad una considerazione “alta” della poesia, l’autore tende alla ridefinizione non già del mondo, sotto forma di verso, bensì di una diversa visione o prospettiva attraverso cui riflettere il e sul mondo. Non è forse questo uno dei principali compiti che deve assumersi un artista?

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza