Servizi
Contatti

Eventi


Il Postino volante e i cinque impressionisti perduti

Dalla sinossi di presentazione al volume edito dalla Biblioteca dei Leoni, apprendiamo in merito a questo libro per ragazzi: “Una missione delicatissima, un viaggio avventuroso, due impavidi avventurieri destinati a diventare celebri in piena azione.Alla guida di una svolazzante auto d’epoca e aiutato dal suo Fedele amico Koa, il Postino Volante decollerà dal Museo d’Orsay di Parigi per una delicatissima missione: consegnare cinque opere d’arte, di cinque famosi pittori impressionisti, alla nuova Pinacoteca di Togoville”.

Ci accingiamo quindi a sfogliare le pagine del volume, e scopriamo in realtà che celata tra le righe della narrazione si nasconde una piccola enciclopedia della pittura impressionista, con tanto di riproduzione e piccola “scheda” a beneficio dei piccoli lettori su genesi e tipicità del dipinto prescelto. I campioni della pittura en plein air Monet, Gauguin, Van Gogh, Manet e Degas divengono materia narrante non soltanto per il coinvolgimento nel racconto (nel volo i dipinti vanno perduti e soltanto l’impegno e la ricerca da parte dei bambini di una tribù indigena riuscirà a salvare la missione), ma anche perché nel dialogo con il piccolo lettore si aziona una modalità interattiva grazie all’invito a riprodurre gli stessi soggetti delle tele trasportate. Invito ulteriormente rafforzato dall’esempio offerto dai bambini della tribù, che nel racconto, a loro volta, mostrano al piccolo lettore le loro riproduzioni.

Le pagine di questo libro si offrono allora alla visione e alla lettura ricche di scoperte: dal tratto marcato e suadente delle illustrazioni, agli spazi didattici che si aprono alla curiosità del lettore: tutto integrato all’interno di una narrazione che sapientemente unisce finalità pedagogiche e spunti narrativi.

Recensione
Literary © 1997-2023 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza