Servizi
Contatti

Eventi


Voci dall’ombra

“Di polvere ci copriremo / Verso l’oblio i nostri passi / ci condurranno. / I nostri sogni rimarranno”: ovvero, l’incanto rimarrà, al di là della caducità del tempo.

Valeria Massari con le “Voci dall’Ombra” esprime la propria percezione della condizione umana, fragile si, ma portatrice di una tensione verso l’infinito che muove lo spirito a confrontarsi con il tempo, e il suo mistero.

Nei testi dell’autrice si avverte l’urgenza di esprimere tutte le potenzialità del proprio intimo, visto non esclusivamente come io solitario, ma come portavoce dell’umanità intera, dei suoi vagheggiamenti, delle sue necessità più recondite e meno dissimulate.

Seppur consapevole della “imperfezione del mondo”, l’autrice avverte il potere di quella “voce”, capace di superare lo spazio, e ad unirsi a “ad altri richiami” , “nel canto remoto e inconscio / dell’umanità”.

Pure avvertendo la desolazione della perdita, l’incomunicabilità e la solitudine, come elementi inevitabili del proprio e altrui cammino, Valeria Massari lascia che l’ombra non sia senza scopo, ma abbia la possibilità di trasmettere sogni e desideri – una luce oltre l’oblìo dell’oscurità.

I testi trasmettono questa esigenza, ed esprimono con rinnovata delicatezza la volontà di essere compenetrata dal creato, per riempire il vuoto, e dare significato anche al dolore; perché è proprio nella contraddizione che scaturisce l’arte, e la voce può levarsi di nuovo, con rinnovata speranza alla stregua di un giorno dove “Il matttino è un miracolo / che ci fa scordare la sera”.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza