Servizi
Contatti

Eventi


Sebastiano Schiavon, lo “strapazzasiori”

Carissima Maria Luisa,
l’opera di cui mi hai fatto dono, “Sebastiano Schiavon, lo Strapazzasiori”, è un documento meraviglioso.

È un volume straordinario, doverosamente scritto con amore da Massimo Toffanin, il quale dimostra di possedere qualità insospettate di scrittore e di ricercatore (che io almeno, finora, non conoscevo).

Ricco di testimonianze incredibili, il saggio dimostra come Sebastiano Schiavon, oltre ad essere una figura politica di primissimo piano a livello sia locale che nazionale, fu un uomo di grande cultura e dottrina, capace di conciliare l’impegno politico e sindacale con una fortissima esigenza di spiritualità dal sapore classico e umanistico.

Mi piace, in particolare, il taglio sobrio e asciutto conferito al volume da Massimo Toffanin, il quale fa parlare i documenti evitando quelle tentazioni celebrative e iconolatriche che sempre incombono su rievocazioni del genere, facendo scivolare pericolosamente nella retorica ogni tipo di discorso. Condivido, infine, il giudizio espresso da G. Bettini, il quale, ispirandosi all’esempio di Maestro insuperabile di Sebastiano Schiavon, ci ricorda che non esiste “cattiva politica”, ma soltanto “cattivi politici”.

Molto coinvolgente anche il C.D. “Il ‘900: un secolo padovano tra continuità e cambiamento”. L’ho molto apprezzato, insieme con mia moglie che ne è rimasta sinceramente colpita.

Carissimi saluti, tuo Francesco De Napoli

Cervaro, 18.05.09

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza