Servizi
Contatti

Eventi


Dalla Serenissima al Regno d'Italia. Il Plebiscito del 1866

Su un argomento poco approfondito ma attuale – il plebiscito del 1866 che sancì l’indipendenza del Veneto - è incentrato il saggio firmato da Angela Maria Alberton e pubblicato dalla Biblioteca dei Leoni. Il 2016 ha segnato l’anniversario – 150 anni – di questo atto, la cui validità è stata spesso messa in discussione.

Se la prima parte del libro inserisce la questione veneta nel contesto europeo, quella successiva risponde a un interrogativo cruciale: chi ha voluto il plebiscito e perché?

Tale studio esamina, infatti, la questione nell’ottica dei rapporti diplomatici esistenti tra le potenze europee, discutendo anche l’ipotesi, poi esclusa, di un Veneto autonomo.

Fu attraverso la mediazione francese che il Veneto venne ceduto dall’Austria all’Italia. E se l’opposizione della popolazione al dominio straniero è attestata da varie fonti, il suo consenso all’annessione al Regno d’Italia venne dato per scontato e i giochi erano già stati decisi ancor prima delle votazioni, tenutesi il 21 e il 22 ottobre del 1866.

Ciò dimostra la natura formale del Plebiscito per il governo italiano e francese, sebbene per i Veneti sia stato un momento di identificazione collettivo e di integrazione nazionale.

La narrazione dei fatti è vivacizzata dalle dichiarazioni degli statisti del periodo e dai commenti sulla situazione italiana apparsa sulle pagine della stampa anche straniera.

Una ricca bibliografia e il notevole apparato iconografico impreziosiscono il volume che, con una scrittura chiara ed efficace, rifugge dall’idealizzare il Risorgimento come dal metterlo sotto accusa.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza