Servizi
Contatti

Eventi


Femminili impronte. Poesie d'amore

Protagonista di queste poesie di Fabio Barbon è l’amore, vissuto in toto, come espressione di sentimento e passione, in un rapporto quasi simbiotico con la propria donna che si traduce in un rispecchiarsi reciproco all’insegna della crescita e dell’armonia.

Da tale identificazione scaturisce una poesia spontanea che privilegia l’intimismo in una tensione verso la felicità da raggiungere attraverso la fusione con l’amata.

La poetica dello scrittore trevigiano è, dunque, moto dell’animo e testimonianza di un viaggio incessante caratterizzato da attese, palpitazioni, ricordi, rimpianti e sofferenza nei momenti di solitudine.

L’atteggiamento di ottimismo e attaccamento alla vita si infrange di fronte alla percezione dello scorrere del tempo che, come un nemico silenzioso, decreta la fine di una relazione amorosa e la conseguente e inevitabile delusione per chi è stato lasciato o tradito.

Sebbene la tematica amorosa sia abbastanza sfruttata e non via sia la ricerca da parte di Barbon di soluzioni originali sul piano stilistico, i versi, spesso in rima, non sono privi di sensualità e leggerezza.

Scritte nell’arco di un ventennio, le liriche fanno ricorso a immagini che rimandano a un quotidiano familiare al lettore (“Caffè vivente”) per cui risultano estremamente dirette, quasi discorsive, come tanta poesia odierna.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza