Servizi
Contatti

Eventi


Il velo di Iside

Avventura e amore si intrecciano nel romanzo “Il velo di Iside”, ambientato nel 77 d.C., ai tempi degli scontri religiosi tra romani e giudei.

La vicenda ruota attorno a una congiura ai danni dell’Impero retto da Tito Flavio Vespasiano: l’occasione propizia è data dal Navigium Isidis, festività in onore della dea egizia Iside, la patrona del mare.

Una precisa ricostruzione di questo periodo affascinante e remoto caratterizza il libro, incentrato sulla passione tra il navarco Valerio Pollio Isidoro e la bella Cassia Livilla. Questo sentimento è sacrilego perché la giovane è una sacerdotessa di Iside e, come tale, non può legarsi a nessuno.

Della folta galleria di figure femminili il personaggio di Livilla è il più tragico perché condannato alla solitudine e vittima di intrighi e manipolazioni ordite con la complicità di due donne: Adara e Noor.

Da segnalare gli scritti raccolti nella “stanza dello scrittore”, gustosa appendice da cui emerge il mondo interiore dell’Autrice.

Molto curato è anche il glossario che testimonia il grande lavoro di documentazione storica svolto dalla Franchini che si conferma solida scrittrice di genere in grado di coinvolgere il lettore grazie a una prosa agile e senza fronzoli.

La citazione:

“Io sono tutto ciò che fu, ciò che è, ciò che sarà e nessun mortale ha ancora osato sollevare il mio velo”.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza