Servizi
Contatti

Eventi


Ploff

Scritto a quattro mani, “Ploff” scaturisce da una motivazione di carattere pratico – aiutare i bambini dell’asilo nido a diventare padroni degli sfinteri – che, se esemplifica al massimo il contenuto, ne determina la validità sul piano pedagogico.

Solo imparando a evacuare correttamente, i più piccoli riusciranno a distaccarsi dal “pannolone”, proseguendo così in quel percorso di crescita che si compie sotto la guida di genitori e insegnanti.

Al tempo stesso, il libro sfata un tabù duro a morire, rendendo protagonista proprio quella “cacca” su cui il bon ton ci impone di sorvolare nelle nostre conversazioni.

Le sue lamentele sono rivolte proprio ai bambini che, nel farla nel pannolino, non le consentono di scivolare nel water e di approdare alla sua naturale destinazione: il mare.

Ancora una volta, il gioco si rivela la modalità privilegiata durante l’infanzia per apprendere e relazionarsi. Mai come in questo caso, tenuto conto della tenera età, sono importanti le illustrazioni, caratterizzate da scritte che enfatizzano suoni onomatopeici (ploff) volti a sintetizzare il messaggio da trasmettere.

L’esilità della storia è garanzia di chiarezza in un testo divertente che non può mancare nella libreria delle future mamme.

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza