Servizi
Contatti

Eventi


Samsara
comic book

2016 (primo volume),
2017 (secondo volume)

prezzo: € 20 (cadauno)

    

Frutto di una gestazione durata quattordici anni, “Samsara” è un’opera in due volumi, nata come web comic e poi approdata al cartaceo.

Dalla bravura del team (pregevoli i disegni realizzati in digitale) è scaturito un riuscito connubio di generi e stili, ispirato all’idea del cerchio di vite, morti e rinascite alla base della filosofia orientale del Samsara.

Filo conduttore dei vari segmenti narrativi in cui è suddiviso il primo libro – “Fiore di carta”, “Prigioniero”, “Radici” e “Risveglio” – è l’amore tormentato tra Lasse e Mason, destinati a incontrarsi e a lasciarsi nel corso di queste storie, autonome ma collegate tra loro.

In “Risveglio”, omaggio alla fantascienza post-apocalittica ambientato in un futuro in cui il paesaggio è costituito da uno sterminato deserto, la love-story prende una piega amara: il sognatore Lasse si è ammalato a causa delle polveri tossiche prodotte dai pozzi trivellati ed è in contrasto con Mason che per colpire la Corporation responsabile del disastro ambientale si macchierà della morte di gente innocente.

Echi di Philip K. Dick sono presenti in “Fiore di carta”, che elabora il tema del simulacro in modo ingegnoso: Mason cerca di colmare il dolore causato dalla morte di Lasse acquistando una creatura sintetica che ne riproduce le fattezze. Ciò che sembra un giocattolo ha, però, ricordi e personalità del defunto (non a caso, si definisce “un vaso rotto che perde acqua”) che lo porteranno nel secondo volume ad allontanarsi dal suo compagno e ad imbattersi proprio nel fabbricante di bambole.

Rivisitazione del dramma carcerario, “Prigioniero” mostra la solitudine di Mason che si legherà a Nick, un ragazzino vittima delle angherie dei detenuti più anziani.

Il tema della morte caratterizza, infine, “Radici” che funge da elemento di raccordo con gli altri tasselli del mosaico: il Venerabile, divinità onnisciente incarnatosi in un albero, rivive, attraverso i sogni, i ricordi di vite passate in cui era innamorato di un uomo (lo stesso Mason).

Il secondo volume riprende alcune storie del primo, introducendone delle altre come “Moonrise”, che esplora il tema del distacco (Lasse, fuggito di casa, si invaghisce del cawboy metropolitano Rusty), “Scacco Matto”, nel quale Lasse è conteso tra due uomini (il dottore e un essere selvaggio che è nuovamente Mason) e “Chieftains”, nel quale la passione tra i due amanti sboccia nonostante appartengano a tribù nemiche.

Il tema della maschera, dietro cui i personaggi, per prudenza o timore, si nascondono, domina in “Diario di un bugiardo” (visibile solo su Patreon, la pagina web a pagamento), nel quale Mason è Mr. Pierce, futuro marito della sorella di Lasse che lo seduce.

Sempre in bilico tra romanticismo ed erotismo, “Samnsara” tratta con naturalezza temi ostici quali la questione del genere (Kay diventa un ragazzo per poter essere amata da Mason che è gay) e dà per scontato l’omosessualità dei personaggi, senza farne il fulcro del racconto.

Il collettivo Awe – gruppo composto da Francesca Da Sacco (alla sceneggiatura), Manuela Soriani e Zel Carboni (ai disegni), Anna Koprantzelas ai colori (sostituita nel secondo volume da Daniela Barisone) e Gabriel B. Pagani (lettering) – ha in serbo delle sorprese per i suoi lettori. Usciranno altri tre volumi che testimoniano la creatività di questi outsider che strizzano l’occhio al mondo giovanile meno inflazionato ma raccontano storie alla portata di tutti.
Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza