Servizi
Contatti

Eventi


Le Rabbie da Pasolini a Marcorè

Oggi domenica 24 gennaio 2016, al teatro Verdi di Pisa, l'artista Neri Marcoré, ha presentato un originale spettacolo (Rabbie) per la regia di Giorgio Gallione.

Marcoré si ispira a Pasolini, che, come tutti sanno, già dal 1963 denunciava con rabbia il consumismo sregolato, padre di tutti i moderni vizi.

Su questa narrazione si alternano le canzoni di Fabrizio De André, gigante della musica, che insieme al nostro profeta scava nel nostro inconscio paure e deliri. L'autore sottolinea in questo deterioramento, come prima responsabile la TV, che di anno in anno ha abbassato il livello della qualità dei programmi fino allo squallore ed alla banalità.

Poi il nostro Marcoré si perde furioso nell'elencazione della schiavitù dei bambini (quelli che scavano nelle miniere del Congo, quelli che fanno la guerra, quelli che si prostituiscono, quelli che sono venduti, quelli che sono uccisi per i loro organi..), tutte notizie ormai risapute, ma di cui forse non sapevamo i numeri spaventosi.

E mentre la musica incalza siamo alla distruzione dell'etica e del paesaggio e violento appare il consumismo di nuova generazione (2 miliardi e mezzo di telefonini venduti in un anno).

Anche se lo spettacolo finisce con un tocco di lirismo e con un "incantamento" per la visione improvvisa delle lucciole (che ormai sono scomparse), a noi resta la paura e il delirio di questa nostra orrenda preistoria.

Materiale
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza