Servizi
Contatti

Eventi


Un volume a metà fra la documentazione fotografica e il racconto autobiografico delle ragazze di ieri che, negli anni Settanta, diedero vita al movimento femminista nel Veneto. Immagini scattate, tra il 1975 e il 1977, da Luccia Danesin del Centro di documentazione della donna di Padova, in occasione dei principali raduni in piazza e manifestazioni di protesta e sensibilizzazione politica sulla condizione femminile.

L'idea di questa raccolta spetta alla giornalista Anna Maria Zanetti (che è anche curatrice dei testi), motivata dal desiderio di "far sapere alle ragazze e ai ragazzi del Duemila che, negli armi Settanta, [...] le donne che, oggi, sono le loro madri. zie, insegnanti [...] furono protagoniste di una rivoluzionaria realtà [...] e impararono a sentirsi, e a dirsi, soggetti umani completi e non più oggetti di cui la società maschile discuteva e decideva". E, in effetti, proprio in quel periodo furono introdotte nel nostro Paese una serie di fondamentali innovazioni legislative quali la parità dei coniugi all'interno della famiglia (1975), i consultori familiari (1975), la proposta di abolizione del delitto d'onore (1976), la parità fra uomini e donne nel trattamento lavorativo (1977). Eppure, prosegue la Zanetti, "solo venticinque anni dopo, l'esperienza del femminismo rischia seriamente di essere dimenticata o relegata in un angolo della storia come un oggetto misterioso, quasi una leggenda per le giovani generazioni venete". Da qui l'importanza di un volume come Le ragazze di ieri, non a caso dedicato a tutte le donne: bambine di ieri, ragazze di oggi, donne di domani, figlie e nipoti.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza