Servizi
Contatti

Eventi


Prefazione a
Notazioni estemporanee 3
di Pietro Nigro

la Scheda del libro

Pasquale Francischetti

Come nelle precedenti pubblicazioni di “Notazioni estemporanee e varietà” volumi I e II, anche in questo libretto (volume III) sembrano materializzarsi immagini e momenti idilliaci nella stessa tessitura ragionata che ha caratterizzato i due precedenti volumi.

Ed ancora una volta Pietro Nigro ha saputo esprimere, con consumata abilità narrativa, le sue doti di prefatore, poeta, canzoniere ecc.

Gli argomenti di questa sua nuova opera sono già sintetizzati nel sottotitolo di Notazioni estemporanee quasi a mo’ di indice e ci danno subito l’idea di quello che ci attende nell’appressarci a sfogliare le sue pagine,

Si inizia con due prefazioni su un’opera di due autori contemporanei che paiono avere diverse cose in comune: prima fra tutte l’aver vagato per l’Italia intera per poi essere approdati, forse definitivamente, in Sicilia.

Inoltre, in entrambi gli autori, seppure in modi diversi, vi è la necessità di narrare le proprie esperienze, le vicissitudini e le difficoltà incontrate nel corso della loro vita.

Seguono alcune riflessioni letterarie dal 2010 al2016, forse a completamento di quelle già espresse nel I volume (che si erano fermate al 2007) e che aggiornano il suo pensiero dal punto di vista culturale e filosofico.

Dopodiché si passa ai “versi”, capitolo in cui Nigro ci propone 8 poesie; per poi proseguire con la se3zione “canzoni”, anche queste in numero di 8; ma forse è solo una coincidenza.

Segue poi una personale ed interessante “rappresentazione sacra del duecento” che narra della nascita di Gesù Cristo partendo dalla annunciazione e terminando con la scena del parto di Maria.

E’ una parentesi religiosa che l’autore descrive nella sua nudità narrativa, senza cioè che trapeli un suo personale giudizio e senza che il lettore possa captarne l’orientamento religioso dello stesso Pietro Nigro.

Dove invece è possibile misurare, seppure in parte, il grado di religiosità di Nigro, è nella “composizione ispirata al salmo 24”, che chiude questa sua nuova raccolta di meditazioni datate e recenti.

Infine, dobbiamo rilevare che anche in questo terzo volume di “notazioni”, le capacità letterarie di Pietro Nigro sono più che soddisfacenti; e questo, oltre una piacevole conferma, è anche la testimonianza dei suoi abbondanti paesaggi culturali.

Materiale
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza