Servizi
Contatti


Il recente libro di Vincenzo Rossi ha dato un contributo notevole alla canoscenza e ad una esatta valutazione dell'attività di Michele Frenna mosaicista. L'opera fornisce delle notizie indite sulla vita e l'iter formativo dell'artista che dall'autore viene seguito passo passo nel suo cammino biografico. Vengono illustrate le tappe più significative della sua vita. Si aecenna alle esperienze dell'età scolastica, ai sacrifici affrontati in quella militare. Si raccontano alcune vicende particolari liete e dolorose degli anni trascorsi a Palermo. Si indica come è avvenuto l'inizio dells sua carriera di artists, quali sono state le prime realizzazioni nel campo del mosaico, come nel prosieguo ha potuto acquisire autonomia completa in tutte le fasi dell'attività creativa. Si mette in evidenza il rapporto stretto che lega la sua vita privata e il mosaico, il rapporto che c'è tra questo e l'ambiente culturale, geografico in cui è maturata la sua esistenza. Si dà giusto rilievo alle idee- chiave, ai valori di base che hanno orientato e guidato il cammino esistenziale di Michele Frenna: amore per la sua terra, culto delle sue tradizioni folcloristiche, attaccamento alla famiglia e al lavoro inteso come strurnento di elevazione sociale, fede in Dio e devozione verso i santi.

Sono quest! i motivi ispiratori della maggior parte dells sue opere. Da essi l'artista è mosso spesso nel momento creativo. Sono queste idee che gli hanno suggerito temi, scene, immagini, figure, trame. Una parte notevole del libro di Rossi si sofferma sulla tecnica di lavoro, sull'effetto estetico di tante composizioni musive del Frenna, sul gioco particolare delle luci e dei colori, sull'armonia delle linee del disegno, sulla padronanza miracolosa degli strumenti di lavoro: il tutto è visto dal Rossi come traguardo di un percorso evolutivo personale e originale, manfestaziane di una volontà tenace, di una fantasia ricca e multforme, segno di un estro creativo puro, genuino. La sua arte è apprezzata per la limpidezza delle intenzioni, per l'afflato idealistico che la anima. La materia è vista con tutto il suo peso condizionante e ingombrante, ma si mette in risalto la forza creativa e plasmatrice dell'artista, spesso capace di renderla docile, accondiscendente, in taluni casi aerea e leggera.

Certe figure sembrano calate da sole dalla sfera della fantasia nello spazio magico del mosaico, come se si fossero fatte da sé. Si sottolinea il legame stretto che unisce l'artista all'opera: può a buon diritto considerare sue creature i quadri realizzati. Ogni quadro porta impresso un carattere inconfondibile. Racchiude certo una parte della sua anima, almeno una goccia del suo sangue.

Esaminando lo stile inconfondibile dell'artista, il Rossi coglie e fa cogliere qua e là i vari messaggi che le opere trasmettono; la forza del loro fascino aiuta a farci trasportare dall'onda delle emozioni che vibrano nell'intreccio delle linee, nello sfavillio delle tessere di vetro. Non si potevano esaminare minuziosamente tutte le decine e decine di opere che tappezzano le stanze della sua abitazione e altre che impreziosiscono alcune mostre permanenti nazionali ed estere.

Il Rossi ha esaminato quelle più rappresentative. La sua analisi, movendo da lontano, dal generico, scende via via al particolare, dalla superficie agli strati profondi fino a toccare l'anima che è racchiusa nell'opera. Di volta in volta fa emergere ora un aspetto ora l'altro della versatile personalità di Frenna, mette in luce la luminosità delle sue visioni, il senso di certo simbolismo, qualche momento del suo percorso esistenziale entrato pudicamente nella trama del mosaico, un particolare sentimento che vive sotto certe figure o certe composizioni di linee o in certi effetti cromatici. Dalle pagine del libro il Frenna esce scolpito a tutto tondo, più noto dal lato umano, più concreto, più comprensibile culturalmente, più definito storicamente e artisticamente.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza