Servizi
Contatti

Eventi


Ombrìe

Ben analizzata da un’acuta prefazione (come poteva essere altrimenti, conoscendolo?) di Elio Fox e da un’altrettanto importante postfazione di Paolo Ruffilli, la poesia di Lilia Slomp Ferrari assume valenze sempre più significative (se possibile), sia nella poesia in trentino (non dirò “dialetto”, essendo i “dialetti” lingue che poi si sono normalizzate, adeguandosi alla lingua standard) sia in quella in italiano. “La lingua del cuore”, il “dialetto”, come rileva Paolo Ruffilli, dell’espressione immediata, come sapevano e dicevano già i Romantici, pur esprimendosi poi, prevalentemente nella lingua normalizzata: nella letteratura italiana solo Fogazzaro seppe includere qualche frase in lombardo e in veneto nella nostra letteratura.

Qui <<le ombrìe>>, ossia le ombre – con tutta la ricca polisemia legata al termine – sono onnipresenti, sono il “rovescio della medaglia”, “the other side of the moon”, l’altra faccia della luna…: <<Sui dì che nasse zà piomba le ombrìe / entant che i pirla alti i aquiloni>> (sui giorni che nascono piombano le ombre / intanto che gli aquiloni svettano alti) – dalla poesia eponima, a p. 21 dell’op. cit. Ma anche quando il lemma non appare come tale, non viene esplicitato, esso fa capolino: ecco allora, per ex., in “Pagine” (cit., p. 32): <<E ogni fada, ogni mostro o strìa / i gà ’l so campanil, la so campana / na stramberia, en pugn stremì de case / na macia de ingiòstro sul castel>> (e ogni fata, ogni mostro o strega ha il proprio campanile, la sua campana, una stramberia, un pugno di case spaventato, una macchia di inchiostro sul castello). Ossia: come dalle pagine, anche graficamente e plasticamente intese, di un libro, fuoriesca un segreto, un’ombra, anche pericolosa”, foriera anch’essa di altre ombre… Metricamente sulla rima a fine verso prevalgono le rime interne, le assonanze, le consonanze, le riprese anaforiche, le allitterazioni, con grande efficacia, con rara capacità evocativa.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza