Servizi
Contatti

Eventi


Sette storie al femminile

In questi Quaderni di prosa contemporanea / Dedalus ci propone prose di autori diversi. Dirò subito che la varietà è la caratteristica di fondo del libro: pluralità, differenze stilematiche fanno qui la ricchezza del volume. Da sottolineare in particolare Giorgina Busca Gernetti con Sette Storie al femminile.

La Busca Gernetti, poetessa, studiosa di lettere classiche e moderne e scrittrice piacentina, ma da anni residente e già docente a Gallarate, propone sette testi in prosa, senz’altro definibili “racconti” (in alcuni casi potremmo parlare anche di “novelle”, ma, come si sa, la frontiera definitoria è relativamente “flou”, in specie nella cultura italiana).

Se Via Pirandello e Miraggio a Segesta propongono l’incantamento, dato dall’innamoramento culturale, quasi da “sindome di Stendhal”, pur se uso l’espressione con molte riserve, in quanto l’infatuazione artistica, non meno dell’innamoramento vero e proprio, è una delle esperienze “clou” della vita come della letteratura e della poesia, mentre parlare di “sindrome” vuol dire sminuire, relativizzare, confinare, quasi, nel “patologico”…, Una lettera d’amore e, diversamente, quasi in chiave metaletteraria, L’ultima lettera di Fatima (dove la tematica sociale è fortissima, ma senza nulla di pietisticamente scontato) sono esempi di scrittura epistolare, dove la letteratura è, ovviamente, il filtro, quasi la “radiografia”, però non “castrante”, della lettera, dell’epistola quale scrittura in prima persona.

Amore e morte nel Castello di Bardi rilegge la storia, che è anche (sempre) storia d’amore, Profumo di Haiku ci propone l’esperienza del “ritrovamento” anche del Sé, tramite la poesia.
Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza