Servizi
Contatti

Eventi


Scritta in occasione del centocinquantenario dell’Unità d’Italia (1861-2011) questa “rivisitazione” della nostra storia letteraria si presenta ricca di numerosi pregi, il primo dei quali è sicuramente quello di riunire in un discreto numero di pagine – anch’esse centocinquanta, se si esclude l’ultima dedicata alla biografia del suo autore Carmelo Ciccia – secoli di correnti artistiche e culturali : dalla scuola poetica siciliana, che “diede il primo impulso concreto all’unità nazionale” alle espressioni contemporanee, di cui fanno parte autori del calibro di Maria Luisa Spaziani, Dino Buzzati e Mario Luzi.

Il testo, che può essere definito a pieno titolo un compendio, lungi dall’affrontare in maniera sbrigativa tendenze, stili e personalità di spicco (Dante, Petrarca, Boccaccio, Parini, Alfieri, Leopardi e altri ancora) fornisce informazioni utili sul loro contributo al consolidamento dell’identità italiana.

Tutto questo se in alcuni casi serve a far riaffiorare quanto appreso durante gli anni di formazione, ma accantonato dalla nostra memoria, in altri riesce persino ad erudire, come quando vengono menzionati scrittori poco noti al vasto pubblico, ma il cui contributo è stato così grande da stuzzicare la nostra curiosità sì da spingerci a documentarci. Un esempio tra tutti potrebbe essere il delizioso capitolo dedicato alle poetesse del Rnascimento come Chiara Matraini, Isabella di Morra, Laura Battiferra e Veronica Franco che vengono accostate alle arcinote Gaspara Stampa, Vittoria Colonna e Veronica Gambara.

Lodabile è anche la motivazione che sta alla base della realizzazione di quest’ opera, che a detta dell’ autore «è quella di presentare - sia pure per sommi capi – molti scrittori che […] hanno prefigurato, propiziato (spesso col proprio sangue) e sostenuto l’unità d’Italia, facendosene nel contempo interpreti con delle opere che la scuola d’una volta ha fatto studiare e spesso imparare a memoria».

Per concludere si deve annoverare ancora tra i meriti del testo il fatto che è davvero alla portata di tutti, anche dei meno appassionati del genere letterario. I capitoli hanno infatti una semplicità nell’espressione che li rende non solo di facile comprensione, ma anche interessanti.

Carmelo Ciccia con il suo stile scorrevole riesce a delineare un quadro completo di opere narrative e poetiche, di personaggi ed eventi conducendo noi lettori in vicende che ci appartengono, accompagnandoci nel passato all’interno di singole storie che rientrano in una storia più grande: la Storia del nostro Paese.
Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza