Servizi
Contatti

Eventi


Il primo Bucaneve

Romanzo di sentimenti e di iniziazione alla vita, Il primo Bucaneve è una storia che reca in sé l’odore fragrante e talvolta pungente che hanno i ricordi.

A fare da sfondo alla narrazione è il Monte Civetta, maestoso con le sue guglie evocate poeticamente, «infarinate come un dolce Paradiso» che sembra uguale «a quello che sfornava regolarmente mia nonna a Pasqua». Un monte così bello e seducente da suscitare ammirazione nel creato e far riemergere di colpo il ricordo del primo e unico vero amore.

La narrazione si sviluppa procedendo a ritroso, a partire dagli anni dell’adolescenza fino all’incontro con la donna amata, di cui vengono evocati minuziosamente momenti semplici ma capaci di riempirti il cuore.

Inarrestabile la storia prosegue registrando le difficoltà comuni a ogni coppia sino a un finale che potrebbe apparire scontato ma che lascia nel lettore, invece, un sapore dolce di crema e di zucchero a velo come i krapfen che stringe tra le mani il protagonista.

Sorretto da uno stile scorrevole, ricco di immagini campestri e di metafore, il romanzo incanta per la sua semplicità e per aver messo in scena due personaggi nei quali ognuno può scorgere qualcosa di sé. Personaggi non eccezionali, antieroi distanti da quelli a cui ci hanno abituato molti testi recenti, ma che proprio in virtù della loro naturalezza ci fanno sentire a nostro agio e partecipi del loro vissuto.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza