Servizi
Contatti

Eventi


In una narrazione carica di drammaticità, ambientata in un’antica villa di Conegliano, Alìda Casagrande indaga il lato oscuro della vita quotidiana di un’intera famiglia, intrappolata in una spirale di eventi distruttivi. Il protagonista di questo romanzo è Augusto De Santis, sessantenne attraente, dalla barba brizzolata e gli occhi neri come l’inferno, la sua seconda dimora. Una vita apparentemente normale la sua, divisa tra la figlia Ardesia, la moglie Delphina, la governante Agnese e pochi amici. Giocatore d’azzardo e traditore incallito, è, invece, un autentico Angelo del male per via di quelle ferite che, suo malgrado, procura alle persone che lo circondano.

Causa scatenante di questo processo di distruzione è il tracollo finanziario a cui va incontro, davanti al quale, incapace di risollevarsi con le proprie forze, decide di sacrificare i propri affetti. Fallimento che altro non è se non la metafora del fallimento dell’uomo e il punto di partenza di un susseguirsi di fatti che segnano l’infrangersi definitivo dell’equilibrio domestico.

Attraverso due storie parallele, quella del protagonista e di sua figlia, narrate entrambe in prima persona, l’autrice mette a confronto due possibilità di rapportarsi al mondo: quello di chi rimane invischiato irrimediabilmente nella menzogna, e quello di chi rifiuta deliberatamente il microcosmo quotidiano con il suo ideale piccolo borghese di rispettabilità e decide di camminare verso la propria liberazione.

Fra tutti i personaggi messi in scena Ardesia è l’unica a vivere tale emancipazione perché è colta e consapevole e perché riesce a trasformare il buco nero della disperazione in cui è sprofondata in una rabbia immensa da cui trae le forze per ricominciare lontano e altrove.

Il romanzo, che ha un taglio decisamente realista, ricostruisce una minuziosa geografia umana di passioni e sentimenti vigorosi che guidano le vite dei personaggi, i loro gesti, le loro emozioni. L’abilità della scrittrice di rendere palpabili le sensazioni, i pensieri e le aspettative che ognuno di loro coltiva nel proprio intimo, rende imperdibile questo romanzo che cattura inevitabilmente il lettore nel labirinto di un intreccio intricato e complesso, fitto di colpi di scena, fino al finale imprevedibile e amaro.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza