Servizi
Contatti

Eventi


Anna Marinelli, poetessa e scrittrice, prolifica e altamente ispirata, torna alla sua maniera, con il suo personale stile, a riproporci una nuova ed elegante raccolta poetica a cui ha fornito il titolo Di mare e di terra, emblematico e suggestivo dandola alle stampe delle Edizioni “Portofranco” di Angelo Lippo presente in prefazione di cui riporto un significativo passaggio: «E’ subito evidente – egli afferma – come il verso della Marinelli si dispieghi fresco, arioso senza elucubrazioni linguistiche, per cui sa come catturare l’attenzione del lettore e condurlo per mano nei labirinti della sua anima».

Infatti seguo Anna fin dal suo primo eccellente ed originale nucleo poetico, quell’ “Animismo domestico” da cui è volata liricamente oltre le mura casalinghe approdando, ma ella naviga tutt’ora nel periglioso mare della poesia, a numerose raccolte con l’iniziale vocazione, procedendo con più matura, raffinata e scaltrita esperienza, tutto ricomposto, via via nel suo evolversi, con equilibrio sapiente e duttile ispirativi, evitando banali nostalgie e lacrimevoli espedienti, aggirando il pericolo dell’enfasi sentimentale e della retorica.

Dunque versi maturi e armoniosi, che indicano l’impegno della scrittrice e il suo avanzato e arricchito bagaglio culturale.

Anna Marinelli ci coinvolge con la sua fervida creatività e capacità di emozionarci, davvero una godibile e fresca raccolta, con la sua resa preziosa di vera poesia, nel gioco abile delle immagini e dei ritmi, dagli ondulati umori del mare, dalla concretezza delle radici e delle zolle da cui la terra d’origine, il ricordo degli affetti, il sapore dell’infanzia, la magia delle cose ritrovate.

Altri fattori, altri temi concorrono all’analisi introspettiva per Anna Marinelli, la società in cui vive, gli eventi e i risvolti psicologici cui è protagonista, e la sua vita di sentimenti, religiosa e civile e tutto si trasmette in lirica contemplazione e garbata e lucida protesta.

Ritorna il richiamo della donna, dell’eterno femminino, fondamentale motivo, una ricerca inquieta, non ultimo rifugio, semmai riscatto e affermazione della dimensione muliebre.

Tutto narrato con immagini di bellezza e gentilezza, con intatta originalità e rinnovata forza espressiva.

Ad majora!

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza