Servizi
Contatti

Eventi


Isabella e Liboria
La venerabile di Palma di Montechiaro e l’indemoniata di Mistretta

Ecco come l’autore stesso ne sintetizza il contenuto: “E’ l’edizione definitiva di una ricerca durata tre anni di letture e scrittura. Un viaggio alla ricerca di due donne siciliane che ebbero singolari esperienze mistiche e contatti con il demoniaco. Un pezzo di storia della Sicilia che attraversa i secoli XVII e XIX, passando dalla famiglia dei Gattopardi, gli scrittori Tomasi di Lampedusa e Andrea Camilleri, Mistretta (Messina), Palma di Montechiaro (Agrigento) e i "misteri" del monastero delle Benedettine”.

Il libro trae spunto dal racconto di Enzo Romano, pubblicato alcuni anni fa sulle pagine del “Centro Storico” che ha per titolo “Cu cci u purtau?” e successivamente compreso nella raccolta dal titolo “Cuntari pi nun scurdari” edito dalla Università di Palermo. Tentando di trovare una risposta al quesito posto da Romano, Lo Iacono allarga l’indagine a tutto tondo, facendo un excursus encomiabile su fatti e avvenimenti che in tempi diversi hanno interessato sia la comunità di Mistretta che quella di Palma di Montechiaro. Con dotta sobrietà l’autore esplora in tutte le sfaccettature gli eventi legati a due figure femminili tra di loro legate da uno spesso filo di misticismo, mantenendosi all’esterno di qualsiasi precostituita gabbia culturale e lasciando così il lettore libero di interpretare i fatti secondo un personale convincimento, indenne da qualsivoglia influenza.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza