Servizi
Contatti

Eventi


Sognando te . . .

      Guardo innanzi a me: buio,
non vedo altro che buio.

      Oggi mi risveglio per la prima volta
ed ecco innanzi a me una luce che abbaglia.

      Rimango a guardare atterrito;
vorrei fuggire, ma non ho il coraggio.

      E chiudo gli occhi per non vederla,
ma come per incanto si fa corporea.

      E in mezzo la luce accecante, un volto,
occhi azzurri che mi guardano
ed io sento un calore profondo.

      Riconosco quel volto, grido un nome: Maria,
ma ecco che tutto si fa buio
e nel silenzio si ode soltanto il sibilo
del vento che porta con s
i resti del mio corpo ridiventato terra
e solo allora mi accorgo di aver sprecato una vita,
correndo dietro un sogno.

Nino

Poesia scritta e trovata sotto la sella della motocicletta Kawasaki di Francesco Antonino Grasso (detto Nino), mio fratello, deceduto in un incidente in moto, all’et di 27 anni, l’otto Aprile 1973.

Si trattava di una gita con altri ragazzi sui tornanti dell’Etna, tragicamente finita per causa di qualcuno molto imprudente.

Materiale
Literary 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza