Servizi
Contatti

Eventi


Ti avevo promesso di scrivere qualcosina riguardo ai tuoi romanzi, giusto? Allora innanzitutto penso siano tutti molto ben curati dal punto di vista storico.

Secondo me tu hai un talento naturale nel trovare notizie riguardanti i personaggi e gli eventi del passato e a farli rivivere attraverso la tua penna. Non è facile scrivere un romanzo in cui i protagonisti sono persone realmente esistite, persone in carne ed ossa e non di pura fantasia. Tu, a mio parere, ci riesci molto bene.

Inoltre hai uno stile semplice e lineare, si legge bene quello che scrivi e anche i dialoghi sono ben curati. A volte si ha l'impressione che siano davvero i personaggi a parlare!

Una differenza che ho riscontrato fra la biografia di Pellico ed il ciclo del Porto di Calais è che il secondo mi è parso un po' più romanzato e avventuroso, forse hai lasciato un po' più andare la fantasia e secondo me è positivo perché i personaggi così assumono un carattere più passionale, più vivo. Almeno secondo il mio modesto parere.

La biografia di Silvio Pellico è molto bella, ben curata, interessante però sembra più di leggere un saggio storico che un romanzo. Nel ciclo de "Il porto di Calais" invece la situazione è rovesciata.

Materiale
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza