Servizi
Contatti

Eventi


Beviamone un bicchiere. Il vino nei libretti d'opera

In questo divertente ed erudito saggio, Franca Olivo Fusco porta all’attenzione del lettore una disamina di tutti i casi in cui nell’opera, rigorosamente italiana eccetto alcune eccezioni, ma che comunque vedono la scrittura di librettisti italiani, ricorre la presenza del vino.

Dal 1600 ad oggi, sono rappresentate 101 opere, a dimostrazione del notevolissimo lavoro svolto dall’autrice (peraltro riscontrabile in quantità anche dagli indici posti in appendice) e della inevitabile incompiutezza della ricerca, come la stessa Olivo Fusco dichiara giustificando la singola opera dopo le cento, a dimostrazione proprio del possibile prosieguo del percorso.

Molti gli aspetti peculiari di questo saggio. In primo luogo, abbiamo già rilevato, l’ampiezza della panoramica, con evidenza dei passaggi e del contesto operistico e narrativo in cui le citazioni compaiono. Ancora, l’organizzazione per temi (dal brindisi al vino come strumento di seduzione) e il frequente ricorso a digressioni che spaziano dalla letteratura al costume, arricchendo il già interessante studio e sempre con attinenza al contenuto dell’opera al passaggio riportato. Ancora meritevole l’attenzione dedicata al vino stesso, con descrizione della tipologia del vino evocato dai libretti e infine, ultimo ma non ultimo, il giusto spazio che inevitabilmente questo saggio riserva ai librettisti, categoria spesso offuscata dalla predominanza del compositore, con ingiusta declinazione di questa scrittura a poesia o drammaturgia di secondo livello.

Questo libro allo stesso tempo costituisce prezioso strumento, gradito regalo, curiosa lettura per gli amanti del vino e dell’opera e per tutti coloro che sono animati da curiosità enciclopedica, trovando quindi auspicabile e perfetta collocazione nelle librerie di molti lettori.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza