Servizi
Contatti

Eventi


Come il sole d’autunno

La silloge Come il sole d’autunno sancisce per l’autore Maurizio Zanon un passaggio importante nel suo percorso letterario, attribuendo un valore particolare alla sua scelta stilistica ed espressiva scevra da condizionamenti e influenze che traggono la maggiore ispirazione da artifizi e retorica fine a se stessa.

Con disincantato candore, Maurizio Zanon afferma la sua scelta di autonomia artistica, ponendo in essere la sua capacità di sviluppare un lirismo tenue ed insieme intenso, ricco di immagini palpabili nella loro densità e sorretto da un profondo scrutamento interiore.

Lo dice lui stesso nella prefazione all’opera: “per tutta la vita ho concepito la Poesia con valenza esclusivamente letteraria”. Dunque, ecco svilupparsi nei testi che compongono la silloge uno stile personale fatto di intima riflessione e di una scrittura rivolta ad estrapolare dal dialogo interiore i suoi passaggi più significativi.

“E poi forse non resterà neanche più il silenzio. / Nella dimensione nuova e inconsapevole / sarà tutto quello che qui non c’è”: in questo breve testo, tra i più espressivi della raccolta, la soggettività di Maurizio Zanon interpreta la condizione universale dell’umanità, la cui frustrazione si sublima in un annullamento ideale che altro non è se non “nuova”, “inconsapevole” dimensione in cui tutto può esistere e “coesistere”.

Le composizioni dell’autore sono asciutte, brevissime, tese a raccogliere in brevi, acuti spunti, l’essenzialità di una percezione, per fissarne sulla pagina i tratti che caratterizzano l’anima non solo letteraria di Maurizio Zanon. “Amabilmente riscaldi e illumini / il passo della solitudine / (…)” dice l’autore rivolto al sole, quel sole presente anche nel titolo della raccolta; cose, oggetti, sensazioni sono filtrate da una sensibilità ricca e attenta, che oltrepassa la malinconia e affronta nel testo la necessità dello svolgersi di quel miracolo che chiamiamo vita.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza