Servizi
Contatti

Eventi


Finalmente un libro che giustamente celebra, in questo centocinquantesimo anniversario, gli scrittori che hanno battezzato il nostro paese, costruendone una identità comune nonostante le numerose differenze che contraddistinguono, regione dopo regione ma anche paese dopo paese, il nostro territorio.

Carmelo Ciccia compie un lavoro attento e metodico nel rendere merito ad autori quasi scomparsi dalle librerie e dai testi scolastici, inserendoli con brevi cenni biografici insieme ai grandi padri della nostra letteratura (per intenderci, da Dante all'Arcadia, dal Verga al Carducci, dagli scapigliati ai decadenti).

Nell'opera si compie dunque il percorso saliente della scrittura che “ha fatto” l'Italia, illustrandone i movimenti stilistici più importanti insieme agli avvenimenti storici che hanno contraddistinto quell'importante periodo che precede la nostra unità, fino ad arrivare a quel risorgimento che ha rinverdito l'appartenenza ad una patria comune anche – e soprattutto – agli scrittori.

Un lavoro puntuale e utile, che di certo potrebbe trovare ottima collocazione nelle scuole, come utile compendio agli insegnanti di lettere che vi potranno trovare nomi anche a loro poco conosciuti, ma sicuramente da riscoprire.

Con un po' di patriottismo che non guasta, imbattersi in questo libro è un piacevole, valido incontro con la nostra storia, attraverso la conoscenza più diretta di chi l'ha fatta scrivendo, e continuerà a farlo se noi continueremo a leggere.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza