Servizi
Contatti

Eventi


Il rumore delle foglie secche

L'amore è il leit motiv di questa opera d Alida Casagrande, che è strutturata come una opera teatrale sui generis, ovvero senza divisione in atti e intervallata da lunghe narrazioni che esplorano l'io intimo della principale protagonista.

Zeffiria, questo il suo originale nome, è una donna adulta, moglie e madre, che cerca di offrire alla sua esistenza nuovi slanci, nuovi spunti di passione e coraggio che la liberino dalle spire dell'incomprensione coniugale.

Attorno a lei si muovono personaggi che fanno da sfondo al suo radicale bisogno d'amore, e che in qualche modo rielaborano ognuno il significato di questo sentimento, ingannevole e illusorio, ma anche principale fonte di azione e di vita.

Zeffiria dunque ama, ama con lo stesso entusiasmo della figlia prossima alle nozze, anche se il suo amante è un segreto pure per lei stessa, visto che non lo conosce realmente ma si lascia trasportare da un sogno fatto di palpiti e poesie.

Si rovesciano infatti le sorti dei protagonisti, l'incanto dell'amore viene fagocitato dalla falsità sociale bigotta e conservatrice che spinge Zeffiria a rinunciare all'amante per non pregiudicare il matrimonio della figlia, quando invece sarà la stessa figlia a voler rinunciare al futuro marito, colto in flagrante tradimento.

Dunque, cosa rimane da pensare dell'amore? Una opera d'arte o un falso d'autore, come quel bassorilievo a cui Zeffiria è incredibilmente legata e di cui è in ogni modo assai orgogliosa?

Appaiono profetiche le parole del marito di Zeffria: "la vita è tutto un forse", a significare che la disillusione fa parte della vita, e la caratterizza maggiormente della verità.

Pure, un profumo inebriante e semplice allo stesso tempo accompagna l'ultima scena di questa opera, a rammentarci che la bellezza si rinnova inesorabile, come l'amore stesso.

Alda Casagrande è autrice matura e profonda, e in questo libro ha sicuramente messo in luce le sue capacità introspettive, unite a una spiccata capacità di narratrice, e creatrice di dialoghi vibranti e particolarmente realistici.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza