Servizi
Contatti

Eventi


Illuminazioni

Le opere di Rimbaud, e tra queste le Illuminazioni, non hanno certo bisogno di presentazioni. Sintesi di vita e poesia, antesignano del prosimetro e della prosa poetica, campione della scrittura ermetica e anticipatore del surrealismo, tutte queste caratteristiche del fenomeno Rimbaud trovano nella raccolta qui introdotta perfetta esemplificazione.

Scrive bene chi ha già recensito questa edizione, quando sostiene l’importanza di continuare a pubblicare classici, e ciò per almeno due motivazioni.

In primo luogo le generazioni dei lettori, come è ovvio, si affacciano ogni volta su opere fondamentali per la prima volta e come gli occhi di chi legge si riempiono di meraviglia, così le mani (o meglio le macchine) di chi stampa rinnovano una sorta di patto con i capolavori, perché le pagine non si sbiadiscano, le copie circolino e la diffusione permanga per testi che saranno sempre alla base della cultura.

In secondo luogo, il talento, lo sguardo e l’accostamento di un nuovo studioso e traduttore nei confronti di un’opera, per quanto classica e ultra frequentata, sarà sempre in grado di offrire varianti e preziose interpretazioni nella riscrittura dell’originale in un’altra lingua (leggasi traduzione). Seguendo l’insegnamento crociano dell’irripetibilità di qualsiasi scrittura, si inaugura ad ogni traduzione un cammino inedito di conoscenza.

Ciò che va preservato è il senso dell’opera, per citare W. Benjamin, e prima dell’attività di tra-scrizione della stessa, il valore di una traduzione sta nella conoscenza di quell’opera e nella meticolosa ricostruzione del contesto in cui essa è nata. Ci pare, dall’introduzione al volume, che Pierangela Rossi, curatrice del testo come prefatrice e traduttrice, abbia attraversato con umiltà, esperienza e talento la scrittura di Rimbaud, offrendo un utile apparato e scegliendo, nella traduzione, di preservare la musicalità e la densità della scrittura delle Illuminazioni senza rinunciare ad una semplicità del lessico che è sicuramente da apprezzare per un lettore che si accosti a questa edizione.

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza