Servizi
Contatti

Eventi


Pagine sul filo sottile del tempo

Provenendo dal verso la scrittura in prosa della Ferrari mantiene una puntualità ed una pregnanza non comuni. E così come nel suo percorso in poesia l’autrice pone frequentemente il suo sguardo sulla natura e sulla inimitabile e fugace portata evocativa ce questa può offrire, allo stesso modo nei suoi racconti di cui qui si scrive, viene offerta al lettore una serie di quadri in cui poter immergersi, ancora una volta caratterizzati dalla presenza imperante e familiare di una natura sconosciuta a molti ma non alla Ferrari, che in quell’ambiente, alle pendici di maestose montagne, è cresciuta.

Dunque, con la sintesi della poesia e con la presenza dominante di una benevola natura, l’autrice fissa nella memoria, sua e del lettore, momenti di un tempo trascorso e di una società ormai mutata, in cui ogni cosa e ogni persona si rappresentava nei propri contorni, assumendo quasi un valore allegorico e caratterizzandosi nell’esperienza altrui come tassello di un mosaico.

A differenza di analoghe prove letterarie, pensiamo agli affreschi di Mario Rigoni Stern sulle popolazioni dell’altipiano, le stanze del ricordo in cui ci ospita la Ferrari scavano nell’intimo di sensazioni che, proprio perché irripetibili, possono costituire un universale nel momento in cui l’arte li rende comuni. Ed è in questo passaggio che l‘abilità dell’autrice fa si che da un elemento prettamente fisico si sprigioni un contesto emozionale, alla stregua di una madeliene proustiana.

La lettura di queste prose, in compendio con le opere poetiche della Ferrari, concede all’estimatore dell’autrice di arricchire la conoscenza della stessa, spiegando nell’ambito dell’esperienza infantile della poetessa molte delle istanze che trapelano dei versi. Chi, invece, non avesse mai letto la Ferrari, ha l’occasione di visitare una scrittura complessa e ispirata da una porta tutt’altro che secondaria, trovando un’ ospitalità preziosa e avvolgente a cui non sarà facile sottrarsi.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza