Servizi
Contatti

Eventi


Pesca sabča

La poesia di Roberto Fassina č intrisa di raffinato lirismo, da un immaginario raccolto attorno ad una figura femminile che riecheggia un archetipo quasi mistico ma anche squisitamente carnale. La “donna” celebrata dall’autore si muove dentro una dimensione onirica, in cui la brevitā del verso non ne stempera ma anzi ne sottolinea la densitā e la forza.

La lirica di Roberto Fassina riecheggia il firmamento dell’antica poesia greca, individuando nella forma classica lo stile maggiormente aderente a quell’elegante erotismo che sostiene la corporeitā dei testi, evidenziandone il gusto stilnovista di una originale, “erotica purezza”.

“Dopo mille anatemi | di storia | recitata nevrosi, | arduo impegno | ridare santitā | ai nostri gesti”: l’autore attraversa la “storia” reinterpretata nella figura femminile salvifica, che riconsegna nelle vesti di madre universale la speranza necessaria all’autore per concepire una differente visione del mondo e del futuro, al di lā della percezione pių immediata e scadente del reale, veleggiando verso lidi di pura estasi e bellezza.

Tra la contemplazione della “mia gazza | mia pesca sabča”, si assiste al compimento di un tempo che “ci allieta e soccorre”, e che permette a Roberto Fassina di scavare nella propria interioritā per scoprire ed affermare ancora “solo un sentire denso | un magma di espansione”.

Recensione
Literary Š 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza