Servizi
Contatti

Eventi


Tutti gli chef sono in tv... e noi andiamo in trattoria

Il volume si presenta allo stesso tempo come saggio sociologico, guida e libro di intrattenimento.

Gli autori, Arrigo Cipriani, Edoardo e Gian Nicola Pittalis, scelgono di andare in senso uguale e contrario alla moda imperante dello “chef mediatico”, della cucina creativa e delle altre varianti che da anni occupano quello che potremmo definire il main stream culinario (e ci riferiamo alla fusion, alla cucina molecolare etc.), e di riportare il palato alle ricette tradizionali, a quelli che con una certa approssimazione potremmo definire “sapori antichi”, al cibo, insomma, da trattoria, evocato chiaramente dal titolo prescelto.

Sotto lo sguardo autorevole e ironico di Arrigo Cipriani, celeberrimo ristoratore (forse gli piacerebbe essere definito oste) e nelle penne esperte dei Pittalis, padre e figlio giornalisti, il libro offre diversi spunti attraverso i quali avvicinarsi a luoghi, sapori e esperienze che rispettano la storia e la geografia in cui maturano tali occasioni per il gusto. Il confronto con la deriva mass mediale e spettacolare dell’arte gastronomica e la postura critica nei confronti di tale cornice entro cui vivere l’esperienza della cucina, senza niente togliere alla bravura degli chef stellati, diviene così una soglia dalla quale retrocedere per ripercorrere e riappropriarsi di valori e luoghi altrimenti e ingiustamente destinati alla penombra.

Ma è la diversa possibilità di lettura, la compresenza di vari piani che qualifica in particolare lo sforzo profuso dagli autori e su questo ci piace tornare. Intricandosi le diverse urgenze e trovando ciascuna istanza e origine nell’altra, possiamo davvero apprezzare l’elemento storico e storiografico, quello divulgativo, quello scientifico (o almeno così intendiamo la cura nel riferire delle ricette), addirittura il piano antropologico e di scienza delle comunicazioni, quando si affrontano addirittura i programmi e l’evoluzione del genere nella televisione. E tutto corredato da un ricco apparato fotografico. Da comprare e da gustare, se ci è lecito l’azzardo!

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza