Servizi
Contatti

Eventi


Fata Draga

Questo straordinario libro di Annamaria Calore e Loredana Simonetti, va ad inserirsi tra le Edizioni Montag nella Collana “Altri Mondi”. Il libro contiene al suo interno nella prima parte, otto capitoli. Mentre la seconda parte, oltre all’Epilogo e alla Filastroccola, è composta da ben sette poesie, andando a concludersi con una nota esplicativa e bibliografia.

Molto ricercata è la dedica di apertura: Questo racconto è dedicato alle piccole, grandi donne che abbiamo incontrato nel nostro lungo sentiero di vita, tra impegni e speranze. Questo è il loro personale ringraziamento a tutte quelle donne che tra problemi quotidiani ed altri impegni di varia natura sono riuscite a dare vita, corpo e anima a questa fiabesca narrazione.

Fata Draga nasce da una storia vera legata ad una vecchia canzone rumena e va a mescolarsi con le realtà quotidiane di Belmonte in Sabina, località che si affaccia imperiosa sulla lussureggiante valle del Turano nel Reatino. Il romanzo di Annamaria Calore e Loredana Simonetti è una storia semplice ma nello stesso tempo efficace, colloquiale, legata ad uno stile letterario impeccabile, sincero, trasmesso con immediatezza e forza connaturante.

La trama si presenta avvincente, in una perfetta unione tra il romanzo storico, la narrazione biografica e la metafora, come elementi catartici, tra storia e fantasia, tra realtà e fiaba, nel palinsesto della quotidianità attuale. Sono questi gli elementi fondamentali che connaturano tutto il percorso delle avventure di Fata Draga. Perché le autrici, nel dipanare la narrazione, attingono anche alle “fonti”. Ogni racconto, ogni fiaba o filastrocca, avviene attraverso la condivisione, con gli altrettanti personaggi femminili presenti nel contesto narrativo, fatto di sofferenze, lotte, desideri, timori e speranze.

Significative sono anche le sette poesie, poesie che in rima alternata, rispettano lo schema ABBA, ABAB, e AABB, esplicitano in modo chiaro, attraverso l’altrettanto ricco verseggiare, un modo incomparabile di fare poesia.

Altamente descrittiva è la nota esplicativa riportata dalle due autrici, le quali ci rendicontano sui luoghi veri e sulle persone coinvolte nella storia di Fata Draga. In sintesi, il messaggio espresso attraverso la narrazione ha come nucleo centrale l’amore tra passato, presente e futuro. Ed è proprio così che sentieri dimenticati, tornano alla luce. Il mio invito è quello di immergersi nella lettura per carpirne tutti i segreti e riflettere.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza