Servizi
Contatti

Eventi


Se non esistessero le Antologie, bisognerebbe inventarle, perché esse hanno un'importanza veramente grande per una magggiore diffusione della Poesia d'oggi e dei poeti nostri contemporanei che hanno ancora il sogno ed il pensiero bellissimo, d'infiorare con le Poesie, questo arido mondo sempre più vuoto di sani valori.

Dovesse "morire" l'Arte Poetica, non potrebbero più esistere i sentimenti umani, perché gli uomini, vivendo in un mondo arido, fatto solo di lotte, di egoismo, di consumismo, di rigetto delle leggi terrene e divine, non sarebbero più in grado di udire la voce dell'anima, così che, ad imperare sull'intero universo, sarebbe solo l'arida voce del "vuoto" e del "silenzio", due forme negative che, annullando la Poesia e, per conseguenza, anche tutte le altre Arti, creerebbero non "il senso della vita", ma il "non seenso del vivere"!

Con Florilegio 2007 l'Editore Rebecchi ne ha fatto una sua particolare e splendida perla, perché ha saputo mettere insieme la diversa creatività di dieci menti diverse (infatti i poeti contenuti in questa ottima Antologia sono 10: Lorenzo Bonadè, Claudio Buttura, Vincenzo Campobasso, Sheiba Cantarano, Franco Gaia, Stefano Gentile, Michele Morando, Gianvittorio Scavino, Olga Tamanini e Luigi Tribaudino, accostandole tutte con gusto e con raffinatezza, ottenendo un lavoro di buona fattura e rinsaldando il contatto tra poeti e lettori in un clima di calda simpatia, di coesione e di comunanza d'intenti.

Semplice ed elegante insieme la veste tipografica che distingue la personalità di Eugenio, un Editore che lavora non solo con la testa, ma anche col cuore e che spera, per questo, di meritare un applauso.

E l'applauso arriverà sicuramente. E sarà alto e sonoro! Un applauso meritato, al quale aggiungo anche il mio personale, complimentandomi vivamente ed affettuosamente, con l'amico Eugenio Rebecchi.

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza