Servizi
Contatti

Eventi


Quella che appare su questo nuovo libro di Olga Tamanini, si presenta – come sempre – in una bella veste tipografica, in perfetta armonia con le poesie contenute in queste pagine. La presente raccolta poetica contiene poesie nuove e poesie già precedentemente pubblicate in forma dialettale ed oggi, tradotte in italiano e rese comprensibili per tutti. E sono certa che, sia l'autrice, sia il suo caro editore di sempre (che è anche amico mio!), abbiano concordato insieme la nascita di questo nuovo volume e le scelte che hanno fatto devo dire che sono veramente ottime.

Come ormai gli “afecionados” di Olga sanno, ella è attratta dalle cose semplici, genuine, colme di calore umano, quelle cose che non fanno rumore ma che danno un tocco di serenità alla vita, perché racchiudono in sé i semi preziosi della gioiosa semplicità delle anime che sanno ancora sorridere al sole, sanno ascoltare la voce del cuore, si commuovono vedendo un volo di uccelli, un giardino fiorito, la luna che illumina il cielo, le stelle, sentinelle di questo universo che parlano della presenza di Dio in ogni cosa... Perché queste sono le tematiche predilette e nelle quali ella dimostra il suo incantamento per tutto il creato.

Un manipolo di poesie dolci e ben presentate, un canto che diventa il dire poetico di Olga contro l'attuale indifferenza del mondo e di tutti coloro che, giorno dopo giorno, uccidono i sogni e spengono il calore degli ideali.

La gioia, la dolcezza e l'amore sono fiori strani, dalla difficile fioritura in terreni aridi, come arido sta diventando questo nostro universo che fa paura!

Qui, invece, su queste pagine spiccano le tenere creature di Olga: sono immagini e pensieri toccanti che dimostrano il possesso di una grande sensibilità d'animo, così che la sua favola poetica continua a snodarsi lungo l'arco degli anni che corrono via veloci, mentre Olga continua a parlare delle stelle, della luna, della pace...

Un volo ad ali aperte verso orizzonti puri e radiosi, anche se, da alcuni versi traspare anche la sofferenza, la malinconia per la giovinezza perduta, la nostalgia di ore serene...

La sua poesia è sempre un'interpretazione accorta, condotta con uno scandaglio accorto e determinato tra le pieghe dell'anima. Perché la poetessa Olga Tamanini ha il dono di penetrare anche nello spirito col suo verso libero, capace di esprimere il meglio di sé, unitamente ad un senso di solidarietà che è sempre presente nella sua opera carica di fervori e di accenti capaci di suscitare tenere emozioni!

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza