Servizi
Contatti

Eventi


Con Zina, il mio tempo, Mara Dal Zilio propone una minuscola selezione di suoi brevi racconti. Sono 19 piccole storie naturalmente diverse: eppure con un comun denominatore, perché tutte, hanno la figura di un Angelo che, secondo la situazione in cui appare, prende una sua particolare connotazione, anche se poi, in realtà, la protagonista di tutto l'insieme dei racconti, è sempre la stessa, cioè Zina. Una ragazza del nostro tempo, quindi non dotata di grandi energie e di pregi eccezionali.

L'autrice tenta la narrativa usando la "narrazione" che si snoda senza intoppi, lineare ed efficiente. Ben curata con viva ed esplicita attenzione. Una prosa non inquieta, non sismografica, ma riposante nella sua un po' estrosa realtà ben concepita e attualizzata in un insieme di racconti in grado di tener ferma l'attenzione del lettore, proprio perchè tratta una tematica non inflazionata e non infarcita di grandi paroloni senza senso.

Queste storie     hanno un approccio diverso, quasi uno specifico poetico, profondo e variegato, con un'ottima struttura narrativa. In questo volumetto, l'esperienza del tempo non è intesa ontologicamente, ma come semplice oscillazione e scoscesa a trascorrere. Superfluo è, quindi, il parlare a lungo di questi lavori, perché nella loro brevità, è concentrato tutto il positivo di un racconto che si fa leggere con sincero gradimento. Ed è chiaro, proprio per questa particolarità, che Zina il mio tempo, non è un volume costruito ad arte, con una lunghezza di molte pagine... Ma in realtà, è un testo chiaro e preciso, con una tematica di ampio respiro.

Perchè Mara Dal Zilio traccia storie come se seminasse tracce di avvenimenti e ad ogni storia riserva il medesimo, attento trattamento, pur effettuando sempre le relative variazioni e sempre facendo esplodere ogni singola idea come un palloncino colorato.

Questa volontà di "raccontare", per l'autrice diventa un autentico bisogno di comunicazione, d'intimo colloquio. Lodevole il suo impegno creativo, perché in una forma tutta sua personale, ella scandaglia nella realtà della vita e nelle occasioni di ogni giorno che, questa vita offre agli esseri umani. E si affida al linguaggio evocativo del racconto, inseguendo le idee attraverso la forza. coinvolgente della parola come conciliazione della tante imperfezioni del reale.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza