Servizi
Contatti

Eventi


Come nasce un sindaco. Cesarino Crescente e l'impegno sociale e politico

“Il Gazzettino”,
9 dicembre 2016

(G.Lu.) C’erano già una via a lui intitolata, e nei Giardini dell’Arena il busto in bronzo opera dello scultore Nerino Negri; adesso è la volta di un libro che prende in esame la prima parte della vita e dell’attività dello “storico” sindaco (1947-1970) di Padova. Si intitola “Come nasce un sindaco / Cesarino Crescente e l’impegno sociale e politico”, volumetto di Massimo Toffanin. A lui si devono alcuni testi su Sebastiano Schiavon, sindacalista, parlamentare del Partito Popolare, morto nel 1922 a soli 38 anni; non poteva poi mancare la figura di Crescente, per due motivi: il personaggio di per se stesso, ma pure per lo stretto legame, ideale, di azione, e… familiare che li aveva uniti – Schiavon infatti aveva sposato la sorella maggiore di Cesarino.

Il libro, che si avvale di scritti introduttivi di Silvio Scanagatta e Francesco Jori, fa riferimento, giusto il titolo, alla formazione religiosa in primis e in seguito politica e culturale di uno dei protagonisti della Padova del Novecento. Si rivivono così un ambiente, una temperie, nonché situazioni spesso drammatiche al centro delle quali troviamo sia Crescente, sia Schiavon, ma pure il movimento dei cattolici entrati nella vita pubblica dello Stato unitario, dal grande vescovo Pellizzo a Della Torre, da De Besi a Sabadin, tanto per fare qualche nome. L’impegno dei cattolici a livello sociale e politico con le Leghe bianche, il sindacalismo, il Partito Popolare, vide Crescente in prima linea, ispirato da una fede forte e da una preparazione amministrativa eccellente: dalle prime esperienze come sindaco di Ponte San Nicolò, quindi in provincia a Padova. Il saggio di Toffanin si sofferma anche sulla formazione professionale di Crescente, avvocato di valore, che ebbe grandi maestri al Bo.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza