Servizi
Contatti

Eventi


Franco Orlandini, questa volta, si presenta ai lettori con una raccolta abbastanza variegata, di prose che abbracciano liberamente il campo della fantasia, della fantasticheria, della realtà vissuta, quanto brani di critica letteraria che rispecchiano le sue impressioni a proposito di opere notissime di poesia, di prosa, ed anche di pensieri, idee, riflessioni, in cui l'autore riflette le sue simpatie, preferenze. Ne emerge una serie di pagine quasi diaristiche, quasi in parallelo con le vedute dei grandi autori in questione,che riguardano un panorama di percorsi, come quelli da "Verdi giorni" in cui parla della natura e dei suoi anni giovani, muovendo da alcuni versi di Camillo Sbarbaro, a "I poeti e i fiori", in cui fa cenno a riferimenti dannunziani, a "I poeti e le farfalle" dove richiama l'opera di Riccardo Bacchelli, Umberto Saba, Diego Valeri, Alfonso Gatto, a "l poeti e la casa dell'infanzia", ove tra le righe rammemora Vittorio Betteloni, Giovanni Marrani, Arturo Onofri. Tratta anche de "I poeti e gli uccelli della primavera ", ricordando Salvatore Quasimodo, Virgilio Giotti, Umberto Saba, Giovanni Pascoli, Francesco Pastonchi. intorno a "I poeti e l'estate, ricordando Eugenio Montale e il D'Annunzio de l' "Alcione".

In sostanza, si tratta di una rapida galleria di cenni diversi, quasi pretesti per riproporre, in queste pagine, un sintetico memoriale degli autori e dei poeti che gli sono più congeniali, in rapporto alle impressioni ed ai sentimenti della sua gioventù. Quindi, limitandoci a segnalare i titoli maggiori che seguono, ritroviamo dei cenni che riguardano, ancora, "Giovanni Pascoli e la sua sera", le "Divagazioni d'Autunno", le notazioni "Sui colli", "In Montagna", "I poeti e i monti", " I poeti e l'inverno", "Mare", "I poeti e il mare", in un'inquadratura, senz'altro aggiungere alla visione letteraria corrente di ciascuno degli autori itati, tuttavia mostrandoli in piccoli medaglioni di personali riferimenti, sulla tracci della nostra maggiore Storia letteraria.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza