Servizi
Contatti

Eventi


Indagine sul male assoluto

La dimensione del soprannaturale, che sin qui ha ispirato un’infinità di scrittori nei loro tentativi di tradurre in finzione letteraria il rapporto dell’uomo con i misteri dell’aldilà, trova nuova espressione in questo breve romanzo di Luciano Nanni, narratore bolognese-padovano che in occasioni precedenti s’era già misurato col “fantastico”, ottenendo risultati più che apprezzabili. Luciano Nanni ha un modo tutto suo di raccontare.

Lo stile della sua prosa, che denota una lunga esperienza nel campo della parola scritta, procede calmo, piano, imperturbabile, anche di fronte alla necessità di descrivere fatti truculenti o situazioni che si spingono al limite del tenebroso. L’importante, quando ci si inventa una storia (anche fantastica), è di saperla riportare con gusto ed equilibrio, in una forma dignitosa che non perda mai di vista il senso unitario del discorso, la cura dei particolari e la chiarezza della trama.

Come in tutti gli autori che non sono alle prime armi, o che non si improvvisano scrittori cedendo ad una sorta di debolezza personale, riteniamo che anche Luciano Nanni possieda le qualità artistiche e intellettuali che fanno la differenza tra le prove dei dilettanti e le opere di coloro che rispettano i canoni di una più robusta letteratura.

Indagine sul male assoluto è un libro – a tratti inquietante, cupo, sanguinolento – che riesce a coinvolgere creando notevole suspense, secondo le palesi intenzioni dello scrittore. Farne qui una sintesi potrebbe risultare antipatico per quanti, accingendosi ad affrontare l’enigma di episodi oscuri e delittuosi, volessero leggere il romanzo da cima a fondo, senza essere importunati da indizi non richiesti. Possiamo tuttavia anticipare che, nell’economia del racconto, i sogni, le premonizioni, la vita notturna del protagonista – e in generale l’ambiguo mondo del subconscio – hanno un peso non indifferente.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza