Servizi
Contatti

Eventi


Grendel e il poeta - Da Beowulf a Shakespeare

Un’occasione straordinaria per approfondire il periodo classico della letteratura inglese è rappresentata da questa interessantissima sintesi operata in un centinaio di pagine da Daniela Quieti.

Apprendiamo dalla Premessa dell’Autore che «Questo saggio raccoglie pagine scelte di storia della letteratura inglese, dall’età anglosassone fino a quella shakespeariana, con l’obiettivo di proporre un excursus attraverso le opere più significative di alcuni illustri autori che hanno influenzato lo sviluppo culturale e sociale della propria epoca e di quelle successive».

Si parte dalle origini, cioè, da quel Codice Cotton Vitellius noto come “manoscritto di Beowulf” che trascritto da monaci amanuensi intorno alla metà del secolo VIII ha trasmesso memorie, valori e leggende ascrivibili ai secoli V e VI.

Si prosegue con Geoffrey Chaucer, «il maggiore poeta medievale britannico» (sec. XIV), da molti indicato come il “padre della lingua inglese” per il ruolo letterario decisivo attribuito «alla parlata corrente del suo tempo, il dialetto dell’East Midland, poi sviluppatosi nel moderno lessico». Parliamo del traduttore in inglese del Roman de la Rose.

Si incontra poi lo sviluppo delle ballate popolari e dei primi drammi per arrivare dapprima a Christopher Marlowe e poi a Thomas More. È da qui, passando attraverso Francis Bacon e John Donne, che si perviene alla grandezza assoluta di Shakespeare.

Nelle conclusioni, citando Mario Praz, Daniela Quieti conclude da grande maestro: «In questo saggio mi sono proposta di rinnovare l’attenzione sulla modernità, sulla creatività e sull’originalità espressiva di alcuni grandi scrittori britannici – Shakespeare in particolare – i quali, pur appartenendo a culture ed età lontane, esercitano ancora adesso con le loro opere un fascino senza tempo, derivante da una significativa sensibilità per la natura dell’uomo, l’ambiente che lo circonda e il cammino che le genti devono seguire per un progresso nel quale con-vergano “come in una maestosa confluenza le acque di molti fiumi”».

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza